Summer Series – Cedar Cove. Small City, Big Heart.

Tratta dai libri di Debbie Macomber, questa serie viene trasmessa sulla rete Hallmark, famosa per aver mandato in onda, anni fa, Judging Amy.

Cedar Cove è ambientato a Port Orchand, nello stato di Washington, anche se le scene sono girate a Vancouver, in Canada. Nella cittadina vive Olivia Lockhart, giudice, donna rispettata da tutti, interpretata da una magnifica Andie MacDowell. È divorziata ed ha una figlia, Justine. Aveva anche un figlio, gemello di Justine, che all’età di 13 anni è morto annegato. Questo evento tragico ha segnato la vita di tutti, soprattutto quella di Stan, l’ex marito di Olivia, che decide di divorziare. Accanto ad Olivia ci sono sempre la madre, gazzettino del paese, e la migliore amica Grace.

Nel pilot viene subito introdotto il personaggio di Jack Griffith, giornalista, trasferitosi a Cedar Cove da Philadelphia dopo essere stato licenziato in seguito ai suoi problemi con l’alcool, a causa dei quali non ha più contatti con il figlio e quelli con l’ex moglie sono pressoché rari.

Cedar Cove è un misto tra Giudice Amy e Men in Trees. È proprio a quest’ultimo che ho pensato quando il bel giornalista Jack entra nell’aula dove Oliva sta discutendo un caso di divorzio, e capiamo sin dal primo momento in cui incrocia il suo sguardo che si innamorerà di lei. (Mi ha ricordato la protagonista di Men in Trees che si trasferisce in un paesino dell’Alaska per fuggire dalla città.)

Da quel momento in poi assistiamo alla nascita della loro storia e nel frattempo allo svolgersi della vita privata e pubblica della tranquilla cittadina di Cedar Cove.

Fino ad ora sono andati in onda 9 dei 12 episodi previsti per questa prima stagione. Subito dopo il season finale andrà in onda un film, Cedar Cove Christmas.

Trovo questa serie molto piacevole, anche se devo ammettere, purtroppo, che è una di quelle serie, come quelle sopracitate, che Canale 5 manderebbe in onda in estate come tappabuchi della De Filippi. Questo non vuol dire che sia uno show tv di serie B, però non è un genere che piace a tutti. Io l’ho scoperto grazie ad un’amica ed ho iniziato a vederlo principalmente per la MacDowell (dopo la cancellazione di Jane by Design ne sentivo proprio la mancanza), ma comunque il pilot mi è piaciuto ed ho deciso di continuare.

È un telefilm che consiglio se avete voglia di passare una quarantina di minuti tranquilli e godervi i bellissimi paesaggi di Vancouver.

Claire

Superfan di Rizzoli&Isles, ha visto talmente tanti crime e procedural che vorrebbe diventare un cop americano o addirittura entrare nella FringeDivision. Sin da piccola ha nutrito la passione per i libri di Patricia Cornwell ed è molto incuriosita dalla medicina legale. Da un paio d’anni a questa parte, ha quadruplicato le serie da seguire ed è soprattutto diventata una EvilRegal accanita, grazie al fantastico Once Upon a Time e alla splendida Lana Parrilla!
Sogna di vivere a Los Angeles per respirare appieno l’aria telefilmica, anche se negli ultimi anni Vancouver sta rubando la scena alla famosa località californiana. Se non fosse che fa troppo freddo, non sarebbe male vivere lì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *