Comedy Lovers – Black-ish – The Gift of Hunger

Io lo so che nessuno di voi guarda Black-ish e so anche anche dovreste pentirvene!
Quella delle comedy è una vita infame, è breve e molto spesso viene troncata inspiegabilmente; sono tantissime le comedy con potenziale costrette a raggiungere il Valhalla delle serie tv morte in battaglia prima del previsto e per noi è sempre una vera e propria sofferenza lasciarle andare. Quest’anno, ad esempio, c’è stata una vera e propria strage. Accostarsi alle comedy, quindi, è sempre un terno al lotto, ma ce ne sono alcune così belle da sconfiggere la paura di vederle drasticamente cancellare. E Black-ish è proprio una di queste!
Visto che in pochissimi di voi stanno seguendo questo gioiello di comedy – sì, ragazzi, ve lo sto rinfacciando alla grande! – vi spiegherò a grandi linee di cosa tratta la serie.
Andre Dre Johnson e sua moglie Rainbow Bow sono entrambi due lavoratori di successo, l’uno pubblicitario mentre l’altra chirurgo, e vivono in un bellissimo quartiere con i loro 4 figli ed il padre di lui. E poi pensate che in questo quadretto non ci sia niente che non va se non fosse che Dre inizia a preoccuparsi che i figli possano perdere il contatto con la loro cultura afro, “imbiancandosi” a poco a poco – e vi prego di passarmi questo termine un po’ politicamente scorretto, poiché coglie in pieno l’animo frizzante e leggero della serie. E da qui partono le avventure settimanali della famiglia Johnson, alle prese con gli ostacoli della vita quotidiana e i luoghi comuni di essere un nero in un quartiere di bianchi, affrontati sempre con ironia ed in grado di strappare una risata a chiunque.

0102
0304

In questa settimana, nello specifico, Dre si è preoccupato del fatto che i suoi quattro figli siano troppo viziati – ed è arrivato a questa conclusione dopo che i ragazzi si sono rifiutati di mangiare una bistecca che di invitante non aveva proprio niente – ed ha deciso di risolvere la cosa come solo lui è in grado di fare: come prima cosa priva la sua progenie del cibo, poi porta con sé al lavoro i suoi due figli maggiori, Zoey e Andre Jr, mentre i due gemelli Jack e Diane restano con la madre a vendere limonate… il tutto per insegnare ai 4 il valore di faticare per ottenere qualcosa. L’unica a faticare davvero, però, sarà la povera Bow, che si impegnerà da morire per non far credere ai vicini che la famiglia Johnson sia in crisi economica, e per farlo impiegherà tutte le sue energie, uscendo di casa con abiti sbrilluccicanti e pelliccione degne della perfetta erede di Crudelia Demon.
In ogni episodio c’è sempre qualcosa di nuovo a disturbare la quiete della famiglia Johnson ed ogni settimana mi ritrovo a ridere come una matta, vuoi per le battute argute e divertenti, vuoi per le espressioni di Bow (Tracee Ellis Ross) che sono sempre la fine del mondo o vuoi per quel povero Junior che proprio non ne riesce a farne una per il verso giusto.

In attesa del prossimo numero, non dimenticate di entrare nel nostro gruppo Innamorati delle serie tv e soprattutto di passare per aggiornamenti, news e tanto altro da Together We Fandom, Telefilm Generationdalla nostra pagina facebook!

Jeda

Top 5 : Banshee, Twin Peaks, Son of Anarchy, Homeland, Downton Abbey.

Nata e cresciuta in mezzo al verde e alla campagna nel lontano 1990, Jeda sviluppa sin da piccola l’innata capacità di stare ore ed ore seduta di fronte un qualsiasi schermo a guardare serie tv - che, in età infantile, erano cartoni animati. È una dote che le tornò utilissima con l’avvento dello streaming, riuscendo a vedere telefilm senza stancarsi mai, ignorando completamente lo studio e i risultati si vedono: fuoricorso da circa mille anni, la sua preoccupazione principale è quella di riuscire ad essere in paro con i recuperi, almeno una volta nella vita. Le piace leggere, scrivere ed ha una passione quasi ingestibile per le cose oscene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *