Friends – Dopo 25 anni è ancora la voce di una generazione

Sono trascorsi ben 25 anni dalla messa in onda del pilot di Friends, trasmesso il 22 settembre 1994 su NBC. Nonostante ciò, la serie è ancora estremamente attuale e non smette di parlare al cuore di un’intera generazione, oltre che di tutti coloro che affrontano il difficile decennio fra i venti e i trent’anni.

Friends

Incentrata sulle vite complesse e incasinate di sei amici che vivono in quel di New York, Friends è la sitcom per antonomasia, la serie dei record (52 milioni di spettatori per il solo series finale) che ha coinvolto ben 81 guest star fra le quali nomi di un certo calibro, da Robin Williams a Brad Pitt. Cosa ha portato a questo successo planetario, che perdura ancora oggi ad oltre due decenni dal debutto?

Al contrario della sua più recente erede, How I Met Your Mother, Friends si ammanta di un vello di normalità che rende immediata l’identificazione del telespettatore con i protagonisti. Quando ci vengono presentati per la prima volta, sono tutti neo-adulti con delle vite ordinarie, quasi banali, ben lontani dalla realizzazione dei loro sogni e dal successo, per non parlare della stabilità affettiva. Rachel e Chandler si accontentano di lavori che garantiscano loro la sopravvivenza, complice anche la mancanza di consapevolezza su quello che vorrebbero davvero fare nella vita, Ross è reduce da un matrimonio fallimentare, Phoebe e Joey affrontano con la verve che li contraddistingue una vita precaria, un po’ per scelta un po’ per attitudine, mentre Monica lotta con una serie di nevrosi e con il suo passato da ragazzina bullizzata.

Il punto di forza di Friends si nasconde proprio in questa ordinarietà: senza effetti speciali di sorta e con la solidità di trama che solo il trarre ispirazione dalla vita reale può conferire, il Central Perk con il suo divano arancione rimangono uno dei luoghi principali che i telefilm addicted possono chiamare “casa”.

Friends

Nelle sue dieci stagioni, che hanno portato la serie ad un totale di 236 episodi, questa comedy ci ha resi spettatori di un meraviglioso percorso di crescita che ha portato tutti i protagonisti, nessuno escluso, a diventare persone migliori e più adulte rispetto a quelle che erano quando sono apparse per la prima volta sui nostri schermi: Rachel abbandona la sua iniziale superficialità costruendosi il suo posto nel mondo, diventando una donna conscia delle proprie potenzialità, Ross impara a lasciar andare per amore, Monica e Chandler trovano un inaspettato equilibrio l’una nell’altro e realizzano le rispettive carriere professionali, Phoebe ottiene quella vita familiare ordinaria che tanto le era (a sua insaputa) mancata e Joey non solo diventa un attore di relativo successo, ma s’innamora anche per davvero, soffrendone e imparando a volere il bene dell’altro pur se non ricambiato.

Con un sapiente mix di momenti di ilarità e altri di sconforto, Friends è stato un vero precursore nell’insegnare ai suoi spettatori che è normale sentirsi persi, non sapere quale strada imboccare, fare errori colossali e subirne le conseguenze, magari anche cercando di evitarle (ehi, c’è chi ha dato fuoco all’appartamento e ha tentato di far ricadere la colpa sulla propria migliore amica!). Nonostante ciò, nulla di tutto questo è così grave ed insormontabile da non poter trovare conforto all’interno di mura amiche, circondati da chi amiamo; perché la famiglia non è solo quella di sangue, e questo Friends ce lo ha fatto capire benissimo.

La chiave di tutto è lì, nell’intro di quella sigla che tutti noi sappiamo ancora a memoria (I’ll Be There For You dei The Rembrandts):

Nessuno ti aveva detto che la vita sarebbe andata così
Il tuo lavoro è uno scherzo, sei al verde
La tua vita sentimentale è morta
É come se non riuscissi ad andare avanti
Quando non è stata la tua giornata, settimana, o mese
O anche il tuo anno, io sarò lì per te

Anche dopo 25 anni, Friends ha mantenuto la sua promesse ed è ancora qui per noi, a consolarci quando la giornata non è andata come vogliamo o semplicemente a farci compagnia se ci va di stare fra amici.

Per restare sempre aggiornati sulla serie, nonché sull’eventualità di un revival, continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook Serial Crush e a seguire i nostri affiliati di Friends Italia.

Ancora non ne avuto abbastanza di parlare di Friends? Ecco gli articoli che abbiamo dedicato alla serie in occasione del #FRIENDS25:

La storyline su Monica che NBC voleva tagliare

I newyorkesi protestano contro l’iconico divano

Un nuovo set LEGO per i 25 anni della serie (FOTO)

Allegra Germinario

Un mix letale fra Buffy Summers e Lorelai Gilmore, trova da sempre conforto in un mondo fatto di libri e serie tv. Fra i preferiti vanno annoverati Buffy l'Ammazzavampiri, Dexter, Justified, Banshee, Sherlock, Gilmore Girls e Jessica Jones.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *