Stranger Things

Stranger Things – Millie Bobby Brown sulle scene più difficili della S3

La terza stagione di Stranger Things ha debuttato su Netflix il 4 luglio e il personaggio di Eleven ha dovuto affrontare più che mai molteplici difficoltà.

Stranger Things

Millie Bobby Brown, che presta il volto alla ragazzina con poteri di telecinesi, ha detto la sua su questi ultimi episodi, sulla scena per lei più difficile e sul girare quel grande addio di gruppo.

EW: In questa stagione sei davvero messa sotto torchio. Questo è stato il tuo anno più difficile da un punto di vista fisico ed emotivo? Oh al 1000%, è stato di sicuro l’anno più complesso.

Una scena in particolare è stata maggiormente difficile? Dacre Montgomery, che dà il volto a Billy, è un attore metodico, perciò andava davvero in giro per il set comportandosi da cattivo. Perciò direi che la fine dell’episodio otto è stata una delle più complesse, perché dovevamo fisicamente capire come farlo salire su di me affinché mi urlasse in faccia, come io dovevo urlare in risposta e piangere, e le battute specifiche e come dirle. Toccargli il viso alla fine è stata una mia scelta specifica.

Ma direi che la più complessa è stata quando il mostro mi afferra la gamba perché ero sollevata in aria e dovevo urlare a testa in giù, che per me è stata una prima volta. Poi sai la scena in cui sembra che io stia cadendo [ndt: nella mente di Billy]? Ho dovuto davvero imparare a cadere in avanti e all’indietro per alcune ore. Alla fine stavo soffocando dalla nausea, ma è stato il meglio. L’ho amato, ho amato ogni secondo. Ma sì, da un punto di vista stunt, è stato un anno difficile.

So che tu e Sadie siete buone amiche, quindi dev’essere stato bello mostrare l’amicizia fra El e Max. Oh sì, Sadie è una ragazza grandiosa ed è bello avere due protagoniste femminili. Penso che funzioniamo davvero bene come persone e amiche dentro e fuori dal set, quindi è andata bene. Perciò è stato facile.

Eleven non ha mai avuto un gran senso della moda, perciò dev’essere stato bello darle una ripulita. Che vuoi dire? No, intendo che penso lei abbia un gran senso della moda. In ogni stagione c’è una scena in cui la truccano. Nella prima Mike e i ragazzi la truccano e mettono la parrucca, poi rubano il vestito a Nancy. Nella seconda fu la sorella Kali a farlo. Nella terza è Max, che mi lascia essere chi voglio. Quindi in questa stagione è stato davvero speciale e assai meritato che Eleven scegliesse chi vuole essere e cosa indossare. Era decisamente una cosa di cui aveva bisogno.

Nella scena in cui leggi la lettera di Hopper stavi reagendo a qualcosa? O era tutto nella tua testa? Avevano pre-registrato David e lo stavano trasmettendo ad alto volume. Non ho voluto leggere il discorso, né sentirne parlare né provare prima. Ho solo voluto mettere immediatamente la telecamera su di me e scoprire come reagivo e il modo in cui l’ho fatto era pura devastazione e tristezza, un bambino sperduto che ha appena perso suo padre o così crede. Quindi era un’emozione pura, specialmente perché io e David siamo molto vicini. Lui è un grande uomo, rispetta molto donne e ragazze. Ero così triste e pensavo “oddio, è orribile”. Quindi in quella scena le emozioni erano davvero crude.

Che mi dici della scena finale, in cui Eleven se ne va con i Byers e vi dite tutti addio? E’ stata tanto emozionale quanto sembrava. Ci siamo detti, “facciamo finta che sia davvero la fine delle riprese”. Abbiamo iniziato a piangere appena hanno detto “azione”. E’ stato molto genuino, come dire addio a dei migliori amici.

A fine stagione Eleven sembra aver perso i suoi poteri. Pensi siano perduti per sempre? Penso che lei sia potente con e senza poteri, quindi c’è sempre un cammino emozionante da esplorare. Ma alla fine i fratelli Duffer sono gli storyteller e, anche se io ho una grandiosa collaborazione con loro e ho voce in capitolo, non spetta a me dire cosa viene dopo.

Hanno condiviso nulla circa una possibile quarta stagione di Stranger Things? I Duffer sono come fratelli maggiori, quindi li chiamo sempre e faccio pressione per avere piccoli indizi. So qualcosina, ma nulla di che e che potrei condividere. Se ci fosse una quarta stagione, ne saremmo emozionati, ma al momento dobbiamo vedere come va la terza stagione e come reagiscono i fan.

Potrebbe interessarvi: Stranger Things – La terza stagione sarà “intensa, potente e terrificante” – Serial Crush

A voi è piaciuta questa stagione di Stranger Things? Vorreste una continuazione? Diteci la vostra nei commenti!

Fonte

Allegra Germinario

Un mix letale fra Buffy Summers e Lorelai Gilmore, trova da sempre conforto in un mondo fatto di libri e serie tv. Fra i preferiti vanno annoverati Buffy l'Ammazzavampiri, Dexter, Justified, Banshee, Sherlock, Gilmore Girls e Jessica Jones.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *