Atmosfere anni ’80 nel bar di Stranger Things | ESCLUSIVA

Demogorgoni, Mind Flayer e una fortissima vibe anni ’80: questa è l’atmosfera che si respira attualmente a The Pop Up Geeks, locale situato in concreto ad Edimburgo, ma in realtà fedele riproduzione del Sottosopra di Stranger Things.

Il logo creato da The Pop Up Geeks

Nato dall’iniziativa di un gruppo di giovani autoproclamatisi geek, questo bar indipendente vuole offrire ai suoi avventori un diverso tipo di esperienza alcolica, unica nel suo genere ed immersiva. Cosa dare ad un popolo che ama bere e che ha dato i natali ad Harry Potter, diventando meta turistica ideale di tutti coloro che orbitano attorno al mondo nerd? Ovviamente la possibilità di gustare degli ottimi cocktail in un locale ispirato a serie tv o film.

Così, combinando la passione per l’alcol a quella per il settore dell’entertainment, è nata l’idea imprenditoriale vincente che ha reso The Pop Up Geeks un vero must della capitale scozzese. Il tema cambia ogni tre mesi e ad esso si adeguano sia il menù sia la location, che per l’occasione viene addobbata con molteplici riferimenti all’oggetto scelto.

Dopo classici fantasy come The Lord of The Rings e Game of Thrones, adesso è il turno di Stranger Things (sulla base del quale, a dire il vero, il team aveva già improntato il locale due anni fa, quando ancora si trovava nella vecchia sede in Howe Street). Da bravi telefili lo abbiamo visitato e questo è quello che possiamo raccontarvi.

La location del locale, situato sulla East Market Street, è già di per sè azzeccata per il tema scelto, in quanto si affaccia sul fossato che divide l’Old Town e la New Town: qui nei giorni di pioggia e nebbia, non così rari da questa parti, l’atmosfera è davvero spettrale – non mancano, infatti, numerosi ghost tour – e la fitta foschia che avvolge gli edifici e i ponti che collegano le due sponde contribuisce a creare un clima da film dell’orrore. Tuttavia, la squadra che gestisce il bar non si è cullata sul grosso aiuto dato dalle condizioni atmosferiche edimburghesi e ha voluto aggiungere un po’ di brivido già dalla facciata di ingresso.

Dotato di pochissimi coperti, questo bar sfrutta al massimo lo spazio ridotto in suo possesso con un uso sapiente delle decorazioni, che rendono l’atmosfera estremamente suggestiva fin dall’ingresso. Mentre sul soffitto torreggia l’immagine dipinta del Mind Flayer, ai cui piedi si trova invece quella inerme di Will, ai due lati del locale si trovano rispettivamente le lettere dell’alfabeto usate da Joyce e il percorso di disegni febbrilmente costruito dal giovane Byers. In un angolo, invece, riposa minaccioso un Demogorgone a dimensioni quasi naturali, a cui fanno compagnia una sua versione in miniatura dietro una pianta e il funko di Eleven nelle sue vesti della 2×08 al di sopra del bancone.

stranger things
stranger things
stranger things

Ulteriore tocco di classe sono le luci natalizie, unica fonte di illuminazione oltre a delle fievoli lampade, e il fatto che la scorta di bicchieri dalla quale il barista attinge sia appesa a testa in giù, come se fosse nel Sottosopra. Altrettanto ben fatta è la scelta della musica di sottofondo, che ripercorre la colonna sonora delle tre stagioni di Stranger Things, da Rock You Like A Hurricane degli Scorpions all’immancabile Every Breath You Take dei Police.

L’area in cui barista, con delle sapienti mossa alla Tom Cruise in Cocktail, preparerà il vostro drink
stranger things

Tuttavia, questa versione di The Pop Up Geeks ha voluto andare ben oltre la celebrazione della serie Netflix per trasformarsi in maniera più ampia in un vero e proprio omaggio agli anni ’80. Avreste mai pensato di poter ordinare un Bitchin o un The Evil Dead? Qui il menù dei cocktail, infatti, è ispirato in parte alle avventure di Eleven&co. e in parte ai più celebri film horror di quel decennio, da Shining a A Nightmare on Elm Street. I primi, ovviamente, sono serviti in delle lampadine, ma gli abbinamenti fra ingredienti sono impeccabili per l’intera lista e fanno sì che questo bar vada ben oltre l’apparenza, soddisfacendo anche il palato oltre che la vista.

Il cocktail The Ouija Wall
Il cocktail The Shining

Se non siete tipi da alcolici o semplicemente non volete esagerare, non temete: sebbene la permanenza in un Paese come la Scozia possa mettervi a dura prova, poiché le tentazioni sono dietro ogni angolo fra whiskey e birre, The Pop Up Geeks mette a disposizione degli ottimi milkshake per i suoi clienti più morigerati. Adatto a tutti gli appetiti, si presenta quindi come il luogo ideale in cui passare una serata fra appassionati di telefilm, godendo di un’atmosfera fedele all’originale Netflix diventato ormai cult fra gli abbonati al servizio streaming.

Potete seguire il locale sulla sua pagina Facebook per restare aggiornati sui prossimi eventi e i nostri affiliati di Stranger Things Italia per tutti le ultime notizie sulla serie. Non dimenticate di continuare a seguirci su Serial Crush e di unirvi al nostro gruppo Facebook per entrare nella nostra community a 360°!

Allegra Germinario

Un mix letale fra Buffy Summers e Lorelai Gilmore, trova da sempre conforto in un mondo fatto di libri e serie tv. Fra i preferiti vanno annoverati Buffy l'Ammazzavampiri, Dexter, Justified, Banshee, Sherlock, Gilmore Girls e Jessica Jones.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *