Attack on Titan-Recensione 3×10/11-Amici/Spettatore

Eccomi tornata nuovamente con una doppia recensione di Attack on Titan. Con questi due episodi la serie sembra volerci far riprendere fiato, dopo tanti episodi intensi e ricchi di novità. Mentre ci dedichiamo alla visione degli episodi 3×10 e 3×11 abbiamo modo di ripensare a tutto quello che abbiamo visto fino a quel momento e immaginare (sopratutto per coloro che non seguono il manga) come proseguiranno le vicende.

Entrambi gli episodi sono ricchi di flashback. In particolare nell’episodio “Amici” è lo stesso Kenny ormai in fin di vita che ci mostra i ricordi del suo passato, permettendoci così di fare luce su uno dei personaggi più controversi di questa terza stagione. Che fosse un folle è parso chiaro fin da subito, non si è mica meritato l’appellativo di “squartatore” per caso. Ma Kenny era anche un uomo che aveva fame di potere ma non un potere qualsiasi bensì quello di diventare gigante. Un desiderio che Kenny ha rincorso fino agli ultimi istanti della sua vita. Grazie ai flashback capiamo meglio anche il suo rapporto con Levi che deve i suo modi bruschi proprio al modo in cui è stato cresciuto dallo zio.

Se nell’episodio 3×10 di Attack on Titan ci viene mostrato il passato di Kenny nell’episodio successivo dal titolo “Spettatore” è sul padre di Eren che si concentrano i flashback. A narrarceli è il Capitano Shadis, l’uomo che aveva addestrato Eren e gli altri cadetti nella prima stagione. Purtroppo l’uomo sa ben poco di quanto si cela dietro al segreto dei Giganti ma è stato lui a trovare il padre di Eren mentre vagava smarrito fuori dalle mura. Nel suo racconto Shadis ci mostra un uomo dedito al prendersi cura degli altri. Una persona che amava ed era amata. Allo stesso tempo però quel potere che si portava dentro diventava via via più insostenibile e così assistiamo al suo declino che lo porterà a compiere quel terribile gesto che ormai tutti conosciamo.

Mentre all’interno delle mura tutti sono in fermento c’è qualcuno che sembra aver trovato finalmente la sua strada e il suo scopo nella vita. Historia accetta con orgoglio il ruolo di Regina delle Mura e la timida e impacciata Christa sembra solo un ricordo lontano.

Nonostante i flashback la fanno da padrone in entrambi gli episodi di Attack on Titan, c’è una scena dell’episodio 3×10 che sono certa ha catturato l’attenzione di tutti. Il Titano Bestiale fa di nuovo la sua comparsa e questa volta si palesa l’uomo che si cela al suo interno. Di lui non sappiamo ancora nulla (anche se qualcosa possiamo presumere) ma sono certa sarà un personaggio chiave delle prossime puntate.

Questa doppia recensione di Attack on Titan termina qua ed io vi saluto rinnovando il consiglio di passare per la nostra pagina affiliata Shingeki no Kyojin- L’attacco dei giganti

 

About Shaula

Nata a Roma, Venerdì 2 Novembre. Fin da piccola ha sempre trovato rifugio nella fantasia. È cresciuta tra libri, film e serie TV. Adora viaggiare, che sia fisicamente o solo con il pensiero. Trova che non ci sia nulla di strano a parlare da soli e quelli che fa con se stessa sono dei veri e propri dialoghi.

Check Also

Mayans M.C. – Vincitori e vinti della prima stagione

Pochi giorni fa è terminata la prima stagione di Mayans M.C., lo spin off di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa i cookie. Chiudendo questo avviso, scorrendo o cliccando acconsenti all\'uso dei cookie da parte di Google. Per Maggiori Informazioni | Chiudi