Euphoria – Hunter Schafe rivela: “Vedrete molte cose mai trasmesse in TV”

EW ha incontrato la giovane protagonista di Euphoria che descrive com’è stato il suo primo ruolo da attrice e il rapporto con questa controversa serie TV.

Il cast di Euphoria
Il cast di Euphoria

Il nuovo prodotto di HBO, Euphoria, ha sicuramente attirato molta attenzione per via del suo contenuto esplicito, ma è la dolce e commovente relazione tra le giovani Rue (Zendaya) e Jules (Hunter Schafer) che è il vero e proprio cuore della serie.

Si tratta di un esordio per la ventenne Schafer che non ha mai recitato prima sullo schermo, il che rende la sua performance nel ruolo di Jules quasi eterea e ancora più notevole.

EW ha parlato con la modella di questo ruolo pionieristico e di ciò che spera di ottenere dagli spettatori di Euphoria.

EW: Euphoria è il tuo primo lavoro come attrice, giusto? Come è arrivato?
HUNTER SCHAFER: Sì, non ho mai recitato prima e non lo stavo neanche considerando. Ho fatto la modella per circa un anno a New York e avevo puntato la scuola di moda. Mentre mi preparavo a iniziarla ho visto su Instagram l’annuncio di un casting. Era rivolto a ragazze trans, che non dovevano necessariamente avere esperienza, non menzionava Euphoria o altro, ma io ne son rimasta colpita.

Volevo provare a cimentarmi nella recitazione ed ero andata a scuola con attori e quant’altro, mi interessava il mestiere ma non mi ero mai davvero spinta a provare. Poi, qualche giorno dopo, mi ha chiamato la mia agenzia e mi ha fatto fare un provino ed è stato stranissimo. Mi hanno messo in contatto con un insegnante di recitazione durante la fase delle audizioni che mi ha ribaltato come un calzino. Al che ho iniziato ad innamorarmi della sceneggiatura e a provarla e riprovarla e poi non si sa come son stata presa. È stato pazzesco ed è successo tutto nel giro di poco devo dire.

Dunque, gran parte di Euphoria verte sul rapporto tra Jules e Rue (Zendaya). Avete fatto una chemistry read (N.d.T. una lettura collettiva del copione per vedere se c’è feeling tra gli attori) ? O vi siete incontrate prima?
Grazie mille. Ci siamo incontrate subito dopo essere state scelte e penso che siamo state davvero fortunate perchè ci vogliamo molto bene e, sapete, ci sentiamo come una famiglia e questo lo rende il miglior ambiente di lavoro. È fantastico.

Hunter Schafer e Zendaya in una scena di Euphoria
Hunter Schafer e Zendaya in una scena di Euphoria

È raro vedere una serie TV con una teenager trans come protagonista. Hai offerto le tue esperienze di vita all’autore, Sam Levinson?
Per me era molto importante che lui fosse collaborativo ed è stato stupendo, tutto ciò che potevo desiderare era che ascoltasse la mia storia e le mie esperienze e lasciare che influenzassero la sceneggiatura e poi parlarne con me e mettere insieme le idee.

Ricordo che il weekend che son stata scritturata, HBO ha portato fuori me e Barbie [Ferreira, che interpreta Kat]. Alloggiavamo nello stesso hotel ed eravamo alle ultime audizioni. Quando ho scoperto di aver avuto la parte Sam e io ci siamo seduti in un bar per quattro o cinque ore e condividere le idee e far sì che potesse sentire la mia storia da persona transessuale. Questa era un’altra cosa che mi preoccupava, far parte di questo progetto non solo essendo un’attrice completamente inesperta ma anche considerando che la sceneggiatura era stata scritta da un uomo bianco eterosessuale cisgender (N.d.T. non transgender). E sai, non è semplice per un uomo bianco eterosessuale cisgender scrivere delle sfumature di certi personaggi, tipo di Barbie che è una donna plussize o di me transessuale. Quindi era davvero importante che ci ascoltasse e collaborasse. E lui ha fatto tutto questo e altro ancora.

Barbie Ferreira interpreta Kat in Euphoria
La modella plus size Barbie Ferreira interpreta Kat in Euphoria

Molti adolescenti guarderanno Euphoria ed entreranno in contatto con la storia tua e di Jules. Come ti senti al riguardo?
Credo che sia fighissimo. Personalmente ne sono davvero entusiasta, soprattutto per il modo in cui si è allineata con i miei sentimenti e le esperienze di me come persona. E’ varia per alcuni aspetti. Non si tratta di dare delle etichette. Riguarda loro che attraversano la vera e propria m- adolescenziale. Non si tratta di un discorso su di loro che trovano, come dire, la loro identità o devono sentirsi a proprio agio con essa. Quindi in un certo senso si allontana dal classico clichè di giovani che stanno crescendo e li lascia essere dei personaggi a tutto tondo.

Penso che se si trattava solo di Jules che si ritrova una giovane transessuale, si può tirar fuori davvero tanto da lei. È molto più interessante tipo lasciarla essere donna trans che sia parte di questo e qualcosa che la oscura in certi modi attraverso la trama, ma non si tratta di questo. Questo è proprio la cosa che preferisco al 100% perché penso che possa essere facile cadere nell’intera trappola del discorso sull’identità, mentre loro sono solamente esseri umani a 360 gradi.

Cosa speri che prendano le persone da Euphoria?
Voglio dire, più di ogni altra cosa, voglio solo che la gente si lasci prendere dagli otto episodi di Euphoria e che si faccia coinvolgere completamente. Ci sono un sacco di cose che non sono mai state trasmesse in TV o per lo meno non nella misura in cui Euphoria le sta mettendo in scena. Guardate l’intera stagione, non arrendetevi e lasciatevi innamorare di questi personaggi che dovranno affrontarne di ogni. O odiateli. Voglio solo che le persone si lascino colpire. Nonostante il fatto che potrebbero non aver mai visto molte di queste cose o possano sentirsi a disagio, voglio che vi ci si immergano profondamente e testimonino una trasformazione e, a mio parere, una storia bellissima e tragica.

Fonte

About Francesca Colombo

Check Also

Big Little Lies

Big Little Lies – La terza stagione probabilmente non si farà

Il presidente della HBO, Casey Bloys, ritiene che la possibilità di una terza stagione di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *