Game of Thrones – L’ultimo teaser fa sperare in un lieto fine

I draghi arrivano a Grande Inverno, lasciandoci ben sperare per l’amatissima Arya Stark, interpretata da Maisie Williams

Quando Game of Thrones tornerà, lo farà insieme a Daenerys Targaryen (Emilia Clarke) che farà il suo epico arrivo a Grande Inverno, draghi al seguito.

Effettivamente, l’escursione nordica di Daenerys è quasi l’unica scena che HBO ha deciso di mostrarci per quanto riguarda la stagione finale del Trono, almeno fino ad ora. I teaser e le foto precedenti girano tutti intorno all’atavica dimora di Casa Stark, sia in modo diretto con la scena in cui Dany incontra Sansa Stark (Sophie Turner) per la prima volta, sia nell’ingegnoso promo che vede Sansa, Jon Snow (Kit Harington) e Arya Stark (Maisie Williams) vagare per le cripte di Winterfell.

L’ultimo teaser della stagione finale di Game of Thrones (incluso come i precedenti in un più ampio sguardo alle offerte 2019 della HBO, tra cui Watchmen di Damon Lindelof e il lungometraggio Deadwood), ci mostra un nuovo favoloso incontro a Grande Inverno – eccetto che questa volta, ci potrebbe essere un po’ più di trama su cui fare supposizioni, grazie alla prospettiva di un personaggio molto amato dai fan: Arya Stark.

Il breve filmato è incentrato sull’esercito dei Targaryen in arrivo al Nord, pronto a difendersi dal Re della Notte e i suoi White Walkers. Gli Immacolati marciano all’unisono mentre Drogon vola sulle loro teste e terrorizza i freddi uomini del nord, non abituati a tanto calore. Una sola persona non sembra affatto spaventata: Arya. Tutto il contrario in effetti. Appare positivamente elettrizzata al vedere per la prima volta un drago in volo.

C’è da meravigliarsi se Arya è così affascinata dalla vista di un drago, mentre i suoi connazionali appaiono visibilmente spaventati? A differenza della maggior parte di chiunque altro a Grande Inverno, Arya ha “studiato” all’estero, vedendo ogni tipo di bizzarra meraviglia, e persino adottando alcune di queste bizzarre meraviglie per il suo uso personale — compreso l’apprendimento delle pratiche degli Uomini Senza Volto, in cui usa la vecchia magia per scuoiare i volti dai suoi nemici, adottano le loro somiglianze e colpendo con poco o nessun avvertimento.

Pensando al futuro di Arya Stark, è difficile capire esattamente dove si collochi nel conflitto con gli Estranei. Certo, gli eventi della settima stagione le hanno lasciato un pugnale di Valyria; le probabilità che Arya lo usi contro uno dei luogotenenti del Re della Notte sarebbero alte, considerando che l’acciaio di Valyria rappresenta una grande debolezza per i White Walkers. Ma c’è da chiedersi: c’è abbastanza spazio per un personaggio importante come Arya per avere una ruolo fondamentale nella guerra contro i non morti?

Nella settima stagione Bran Stark (Isaac Hempstead-Wright) dona alla sorella il pugnale di Valyria appartenuto a Ditocorto

È più semplice immaginare che la storyline finale di Arya si intersechi con quella di un altro importante personaggio: la regina Cersei Lannister (Lena Headey), un altro potente giocatore con un occhio puntato su Winterfell, se non addirittura in arrivo al Nord. Diverse previsioni presenti in rete vedono un futuro mortale per Arya e Cersei — tra cui quella che finisce con la morte della prima, per mano della seconda. Ci sono una miriade di ragioni per credere che Arya potrebbe non sopravvivere al Trono, uccisa su comando di Cersei o dalla stessa Regina Folle.

Di pari passo con questa fatale previsione c’è tuttavia un’ultima speranza per Arya. Nella sesta stagione, mentre si sta riprendendo da una serie di pugnalate, Arya si chiede ad alta voce: “Cosa c’è a ovest di Westeros?” Parla al forte desiderio di Arya di conoscere il mondo del ghiaccio e del fuoco, il suo sentimento che la comprensione dell’umanità riguardo a ciò che la circonda sia estremamente limitata, pensando che esistano solo Westeros ed Essos e poco altro. Esiste una versione di Game of Thrones che finisce con Arya che lascia tutto ciò che conosce per dedicarsi a uno strano nuovo viaggio, in cui può affrontare grandi avventure e tracciare un percorso in avanti attraverso l’ignoto?

Per quanto molto breve, questo ultimo teaser della stagione finale ci dà motivo di sperare nella sopravvivenza di Arya attraverso ulteriori viaggi. La meraviglia nei suoi occhi alla vista di un drago riflette quella scintilla avventurosa nel cuore della giovane Stark. Restare bloccata a Grande Inverno non collima con lo spirito di Arya, non importa quanto lei ami la sua famiglia.

Certo, la morte potrebbe portarla via, ma si può facilmente immaginare l’incurabile curiosità di Arya che la spinge a tornare indietro nel mondo. Cosa c’è a ovest di Westeros? Ci sono altri draghi da trovare? Forse Arya proverà a rispondere a queste domande da sola, una volta che la polvere si sarà depositata sull’ultima stagione del Trono — supponendo che rimanga qualcosa a ovest dal mondo, oltre alla polvere, una volta che lei e i suoi alleati si scontreranno con l’Esercito dei Morti.

L’Esercito dei Morti, guidato dal Re della Notte incombe su Westeros

Fonte

About Francesca Colombo

Check Also

Game of Thrones – George R.R. Martin smentisce una voce “assurda” sugli ultimi libri della saga

Non che ne abbia bisogno — dato che il pettegolezzo non ha effettivamente senso — …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *