Grace and Frankie – Parola alla creatrice della serie

Marta Kauffman, sceneggiatrice e produttrice della serie di Netflix Grace and Frankie, parla della sua missione di dare una piattaforma alle attrici settantenni che sono “stanche di interpretare il ruolo della nonna”.

Grace and Frankie

Chiariamo una cosa: sono vibratori, non dildo. Un dildo riproduce un pene, un vibratore ti scuote.

Quando abbiamo iniziato a fare Grace and Frankie, una cosa che volevamo affrontare era la sessualità durante i 70 anni. Una volta passato un certo punto nella vita, soprattutto per le donne, le persone ti ignorano come essere sessuato. L’idea che questi personaggi, nella terza stagione, avrebbero iniziato a vendere vibratori mirati alle donne anziane si è adattata perfettamente al nostro desiderio di raccontare alla gente che si può iniziare la vita a qualsiasi età. L’idea di mettere Lily Tomlin e Jane Fonda sui manifesti con dei vibratori in mano è scaturita dall’incontro annuale con Netflix e Skydance. Tutti ci siamo aggrappati a quell’idea perché, beh, era divertente.

Se c’è stata qualche reazione negativa, io non ho sentito nulla. Anche le mie zie, sull’ottantina, hanno pensato che fosse divertente. So che in alcune città, sicuramente non a Los Angeles, hanno rimosso i vibratori dalla foto. Ma questa è una serie che parla di vagine secche, è una serie che nella terza stagione aveva una battuta sulla perdita dei peli pubici. Non lo so per certo, ma sono abbastanza sicura che questi non sono argomenti di conversazione in altri programmi. Noi vogliamo affrontare l’invecchiamento da ogni punto di vista.

Io sono la persona più vecchia all’interno della stanza degli sceneggiatori – che passano dai 30 ai 60 anni – e tutti abbiamo fatto tantissima ricerca sulle persone anziane e sulle realtà che vivono oggigiorno. Non ho la stessa età di Grace o Frankie, ma sto vivendo molte cose che vivono loro – forse non in maniera così estrema, ma lo sento. Ci sono alcune cose con cui mi posso identificare già alla mia età. Sento quello che questi personaggi sentono sull’essere messi da parte. Dopo che arrivi ad una certa età, la gente non ti guarda più. Le donne è come se sparissero, soprattutto accanto a uomini più giovani.

Quindi all’inizio tutti noi del team degli sceneggiatori abbiamo parlato con un sacco di donne anziane ed abbiamo passato tanto tempo a parlare con Jane e Lily della loro esperienza con l’invecchiamento. Alcune cose che abbiamo scritto sono sicuramente degli aneddoti – amici di amici, cugini, zie che hanno mandate e-mail – ma non cerchiamo questo, ci affidiamo di più alla ricerca, per esempio, abbiamo fatto un gruppo sull’incidenza delle malattie sessualmente trasmissibili in comunità di pensionati. Cavoli, ci danno dentro. Viagra e Cialis hanno cambiato il sesso per le persone di una certa età, che non usano preservativi perché nessuno rimane incinta.

Non è tutto divertente, però. Gli sceneggiatori parlano tanto dell’invecchiamento dei loro genitori. Alcune persone soffrono di ictus, altre si rompono il femore, cadono e non riescono ad alzarsi. È questa la realtà dell’invecchiamento, ed evitare di parlare delle cose più difficili sarebbe stato un vero peccato. Quello che scopro dalle donne più giovani che guardano la serie è che imparano come sarà la loro vita in futuro. Nessuno mi ha mai detto come sarebbe stato invecchiare. Ci sono stati dei momenti, come per esempio il libro di Nora Ephone I Feel Bad About My Neck e, naturalmente, The Golden Girls, che però era una cosa diversa. In TV non c’è stato tanto sull’argomento invecchiamento.

La gente potrebbe pensare che per alcuni attori ci sarà sempre lavoro, ma io so che Jane, Lily, Martin Sheen e Sam Waterston sono molto felici di avere un lavoro normale, un posto in cui andare ogni giorno. Non sono sicura che sapessero che sarebbe successo di nuovo nella loro vita, a differenza di un film qua e là. Lily e Jane sono le donne più impegnate di Hollywood che conosco, ma Jane ha lasciato il mondo dello spettacolo per 15 anni, quindi sapeva a cosa sarebbe tornata. Una volta avviata la serie, è lì che è diventata più pesante la responsabilità di dare uno sguardo autentico all’invecchiamento. Abbiamo assunto molti attori anziani, che credo fossero tutti stanchi di interpretare la nonna o il nonno. Hanno avuto l’occasione di divertirsi e di interpretare l’interesse amoroso.

Mia figlia mi ha mandato un articolo l’altro giorno che diceva che i dottori stanno iniziando a prescrivere vibratori per la salute della vagine delle donne anziane. Tutte le cose che abbiamo detto nella serie, i dottori dicono che fanno bene.

Fonte

About Claire

Superfan di Rizzoli&Isles, ha visto talmente tanti crime e procedural che vorrebbe diventare un cop americano o addirittura entrare nella FringeDivision. Sin da piccola ha nutrito la passione per i libri di Patricia Cornwell ed è molto incuriosita dalla medicina legale. Da un paio d’anni a questa parte, ha quadruplicato le serie da seguire ed è soprattutto diventata una EvilRegal accanita, grazie al fantastico Once Upon a Time e alla splendida Lana Parrilla! Sogna di vivere a Los Angeles per respirare appieno l’aria telefilmica, anche se negli ultimi anni Vancouver sta rubando la scena alla famosa località californiana. Se non fosse che fa troppo freddo, non sarebbe male vivere lì.

Check Also

Supernatural – Jeffrey Dean Morgan vorrebbe tornare nella serie

Sono passati ben dieci anni da quando John Winchester (Jeffrey Dean Morgan) si è sacrificato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa i cookie. Chiudendo questo avviso, scorrendo o cliccando acconsenti all\'uso dei cookie da parte di Google. More Info | Close