How To Get Away With Murder – Recensione 5×05 – The Worst Day of My Life

Il quinto episodio di How to Get Away With Murder si mostra come un episodio atipico, che diverge dallo stampo canonico al quale siamo abituati.
I primi istanti appaiono come una sorta di finale, una sentenza già scritta pronta a concretizzarsi in 40 cadenzati e lenti minuti, forse troppi a somme tirate.

L’episodio si concentra interamente sul caso Lahey Sr., come se ormai avesse già una sentenza, come se Annalise Keating avesse già fallito nel suo intento e con ciò vedesse sgretolata non solo la vita del detenuto, padre del suo ex amante, ma quella di Nate stesso e anche le sorti della sua classe.
Una costruzione che ruota su se stessa, si crea e si distrugge nell’arco di poco meno di tre quarti d’ora, riportandoci machiavellicamente dove eravamo, con qualche consapevolezza in più, ma poco importa.
The Worst Day Of My Life non ci dà nulla più di quello che abbiamo già visto la settimana scorsa, nessun mattoncino da aggiungere agli elementi già collezionati, alla nostra virtuale lavagna di sughero, sulla quale conserviamo indizio su indizio, seppur piccolo, infimo e all’apparenza inutile.

Eppure a così pochi episodi dal mid-season è impossibile pensare di ritrovarci con un pugno di mosche, una trama già quasi interamente costruita, che non rivela nulla sulla direzione in cui sta andando.
D’altronde è pur sempre un fatto , ci dà un’idea su come questa stagione di HTGAWM si stia sviluppando in maniera lenta e ben poco chiara, senza una linea narrativa concreta, distinguibile, come se questa sequenza di episodi fosse disposta solo in attesa del mid-season e non in funzione di uno sviluppo coerente.

Di certo in The Worst Day of My Life ci saremmo aspettati un po’ più di screentime per Liza Weil. Dopo la terribile scoperta, le uniche scene riguardanti Bonnie si riducono al rapporto amicale che ha con Frank e al racconto della sua storia a Miller. Anche la scena con sua sorella ci lascia a bocca asciutta e lascia il tempo che trova.
Interessante per certi versi, ma una realtà del genere avrebbe dovuto avere un certo peso sulla sua psiche, specialmente considerando ciò che sta per succedere.
Sicuramente questa scoperta avrà un forte impatto sulla stabilità emotiva di Bonnie ed era forse giusto veder germinare il seme per tempo, almeno qualche episodio prima dell’omicidio, sempre ammesso che sia stata lei, perché di fondo non sappiamo cosa sia realmente successo.
E di fatti il flashback non riesce ad essere efficace, e non mettiamo in dubbio che sia voluto. Non abbiamo nessun frammento o parvenza di indizio, che possa aiutarci a concretizzare un’opinione. Certo, un elemento da non sottovalutare, potrebbe essere Julie, la sorella di Bonnie. Che sia lei la persona che ci lascerà al matrimonio? E perché questa persona ha tentato di prendere Christopher?

Il dubbio persistente è sempre lo stesso, essendo l’unico elemento chiave che per ora ci è stato fornito, anche perché le nuove associazioni risultano solamente di un trash pazzesco. Che Asher fosse nel parcheggio con la madre di Connor, potevamo farne anche a meno, considerando che è stato proprio Connor a scoprirli, senza dar loro nemmeno troppo peso.
E voi cosa ne pensate di questi sviluppi, fateci sapere la vostra e passate dalle nostre pagine amiche:How To Get Away With Murder Italia e Matt McGorry Source

 

About missdanastood

Mi dicono che parlo troppo e ho provato a stare zitta, ma dite che una che ha messo in difficoltà pure Kit Harington ce la possa fare? Sono fatta al 100% di caffeina e citazioni di It's Always Sunny in Philadelphia

Check Also

Mayans M.C. – Vincitori e vinti della prima stagione

Pochi giorni fa è terminata la prima stagione di Mayans M.C., lo spin off di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa i cookie. Chiudendo questo avviso, scorrendo o cliccando acconsenti all\'uso dei cookie da parte di Google. Per Maggiori Informazioni | Chiudi