Law & Order True Crime: The Menendez Murders

Law & Order True Crime dà una spinta in più al franchise

Law & Order True Crime: The Menendez Murders

Sicuramente Law & Order True Crime: The Menendez Murders condivide qualche pezzo importante di DNA con la serie principale iniziata nel 1990. Tuttavia c’è anche qualche differenza, come ha sottolineato il produttore esecutivo Dick Wolf lunedì al PaleyFest durante l’anteprima della serie antologica.

Uno dei più grandi cambiamenti è che in primo piano non c’è alcuna avvertenza“, ha detto, parlando degli avvertimenti che le varie serie di Law & Order hanno sempre utilizzato all’inizio di ogni episodio per enfatizzare che “la seguente storia è fittizia e non rappresenta nessuna persona vera né evento“.

Dopo più di 25 anni in cui Wolf e gli sceneggiatori hanno dovuto distanziarsi dalle notizie di cronaca, Wolf ha detto che non mettere più quell’avviso è stato “molto liberatorio“, ma anche “più restrittivo. In questo caso sei più vincolato dai fatti del caso, ma è un viaggio affascinante.

Law & Order True Crime debutterà il 26 settembre e sarà composta da 8 episodi. La serie segue la vera storia dei fratelli Menendez che nel 1989 uccisero brutalmente i loro genitori nella loro casa di Beverly Hills e poi, dopo diversi processi, furono condannati all’ergastolo senza condizionale. “La parola più importante nella serie non è ‘chi’ – sappiamo chi è stato – ma ‘perché’. È estremamente affascinante.“, ha detto Wolf.

Inoltre, concentrandosi sul perché invece del “chi è stato”, True Crime si distingue dagli altri spin-off di Law & Order. “Per la prima volta è un Law & Order che non ha un piano“, ha detto Wolf. Come ha già detto prima, il piano specifico del prolifico produttore è quello di mostrare al pubblico il perché i fratelli Menendez furono sentenziati troppo duramente per aver ucciso i loro genitori. Oltre alla prova chiave che è stata tenuta fuori dai processi, un tema importante nella serie Law & Order True Crime è che il padre dei fratelli, Jose Menendez, abusava fisicamente, emotivamente e sessualmente di entrambi, ed è stata questa la causa che li ha spinti ad uccidere i loro genitori.

Se fosse successo adesso, sarebbero stati condannati per omicidio colposo, non di primo grado“, ha affermato Wolf. “Il fatto sarebbe stato visto con una diversa lente legale perché è imperdonabile ma comprensibile, ed è questa la cosa davvero interessante.

Lo showrunner Rene Balcer, ex showrunner di Law & Order, ha detto che la colpa andava data anche alla politica, in quanto la Procura di Los Angeles aveva sofferto una serie di sconfitte, tra cui il caso di omicidio di O.J. Simpson ed il caso di Rodney King.

In un certo senso, divenne evidente per me che tra il primo processo [dei Menendez] al secondo qualcosa andò fuori strada da parte dell’accusa, quindi quel fatto mi interessò“, ha detto Balcer in relazione alla sua ricerca approfondita nei rapporti della polizia e nelle trascrizioni del processo.

Inoltre, l’ambiziosa serie è diventata molto più cara da produrre rispetto al tradizionale Law & Order a causa delle molte scene girate in esterna, e anche per i costumi e le pettinature di quegli anni. Tuttavia, Wolf ha elogiato il supporto del presidente della NBC Entertaiment, Bob Greenblatt, e della presidentessa della sezione spettacolo Jennifer Salke. “Sapevo che per funzionare sarebbe stata molto più cara di quanto volessimo, e ad ogni passo Bob e Jen si sono fatti avanti“, ha detto. “Non hanno mai esitato.

True Crime, inoltre, potrebbe involontariamente sembrare leggermente più comica rispetto al Law & Order originario. La maggior parte della serie antologica si concentra sulla bizzarra e complicata relazione tra lo psicologo dei fratelli Menendez, il dottor Jerome Oziel (Josh Charles), e la sua amante Judalon Smyth (Heather Graham), che ad un certo punto si trasferisce con lui e la sua famiglia.

C’è un po’ di humor“, ha dichiarato la Graham. “È molto inquietante, ma mi ha fatto ridere.

Balcer li ha scherzosamente chiamati la “farsa francese” della serie. “Quando la situazione diventa troppo pesante, passiamo a loro.

Tuttavia, Sam Jaeger, che interpreta uno dei detective che ha lavorato al caso, ha legato True Crime al franchise iniziale.

Amiamo il marchio di Law & Order perché ci sediamo e sappiamo quello a cui stiamo andando incontro, cioè che ci stiamo per addentrare in una storia interessante e fantastica. Gli otto episodi di True Crime sono come uno dei migliori episodi di Law & Order.“, ha affermato l’attore. “È come essere di fronte a degli alti e bassi, ma c’è anche il fatto che la verità è più strana della finzione ed in questa storia Rene e Dick hanno inserito cose che se fossero state inserite nelle loro serie precedenti, non ci avreste creduto. E credo che sia questo a rendere affascinante questa serie.

Jaeger ha poi aggiunto, “Ogni giorno in cui vado a lavoro, trovo nuove sfaccettature nella storia e penso ‘Oh mio Dio, adesso devo rianalizzare il mio verdetto secondo cui la pena è stata proporzionata al crimine commesso o meno’.

Fonte

Claire

Superfan di Rizzoli&Isles, ha visto talmente tanti crime e procedural che vorrebbe diventare un cop americano o addirittura entrare nella FringeDivision. Sin da piccola ha nutrito la passione per i libri di Patricia Cornwell ed è molto incuriosita dalla medicina legale. Da un paio d’anni a questa parte, ha quadruplicato le serie da seguire ed è soprattutto diventata una EvilRegal accanita, grazie al fantastico Once Upon a Time e alla splendida Lana Parrilla!
Sogna di vivere a Los Angeles per respirare appieno l’aria telefilmica, anche se negli ultimi anni Vancouver sta rubando la scena alla famosa località californiana. Se non fosse che fa troppo freddo, non sarebbe male vivere lì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *