Major Crimes

Major Crimes – Sviluppi sconvolgenti nel finale di stagione

Major Crimes

Dato il finale della prima parte della quinta stagione di Major Crimes, non dovrebbe sorprenderci il fatto che la conclusione della stagione (che andrà in onda stasera) avrà degli sviluppi sconvolgenti.

Spiegando la decisione di chiudere la stagione con questo episodio diviso in due parti – in cui un ex Marine ha fatto fuori suo suocero meramente per attirare la sua ex moglie a Los Angeles per il funerale, che poi ha reso obiettivo di una bomba – il creatore della serie James Duff ha raccontato a TVLine che non aveva mai creato un personaggio che fosse un pazzo attentatore, e noi siamo sempre alla ricerca di criminali che non abbiamo mai visto nei 198 episodi precedenti.

È difficile. Tutti i frutti che si trovavano nei rami bassi sono finiti!” ha aggiunto con una risata. “Ma volevamo anche mettere un punto esplosivo alla fine della serie, se fosse stato questo il caso, ed invece è stato un punto esplosivo per terminare la stagione. E visto come vanno i finali di stagione, per noi è piuttosto forte“.

Come ha indicato Duff sopra, originariamente l’episodio pieno di eventi di questo mercoledì era stato concepito come finale di serie, dal momento che “la TNT era molto insicura se rinnovare o meno la serie” per la sesta stagione, rivela Duff. Ma tralasciando qualche ritocco qua e là, la storia è rimasta quasi del tutto intatta dopo che la TNT ha dato l’ordine del rinnovo.

L’altro punto fondamentale di quest’arco è il fatto che mentre il team di Major Crimes a questo punto sa a chi sta dando la caccia, forse ancora non sa veramente il perché (indizio: le foto che l’attentatore Cristian Ortiz stava scattando da lontano al cimitero “saranno fondamentali sul come verrà risolto il caso“, dice Duff).

Il mistero di Major Crimes non riguarda solo chi è stato. A volte riguarda il come si cattura il colpevole“, nota Duff. “Questa è una delle cose che ci piacciono della serie, che cambia gradualmente così come fa la formula. Non sempre abbiamo un mistero, ed i nostri finali molto spesso si concentrano sul capire chi siano le persone che all’inizio avevano commesso il crimine. E dato che questi ultimi 8 episodi affrontano il tema della ‘connessione’, volevamo fare un finale diviso in due parti che riguardasse il quando si presume che ci siano o meno delle connessioni, o che le connessione sono più forti di quanto sembrino, o che le cose che dovrebbero essere connesse in realtà non sembrano funzionare correttamente“.

Mentre i telespettatori forse contano su un’altra esplosione (“Ad Ortiz è rimasto dell’altro C-4…“, avverte Duff), e sì, “alla fine dell’episodio verrà scelto” un nuovo assistente capo, sul fronte personale, anche la vita amorosa di qualcuno potrebbe esplodere.

Quello che succede con Gus e Rusty in quest’episodio è tipico di come nella vita possono terminare un sacco di relazioni“, preannuncia Duff. “Gli eventi invitano Rusty a fare qualcosa che credo sia molto maturo, e ho la sensazione che la gente sia ansiosa di vederlo compiere qualcosa di maturo“.

Fonte

Claire

Superfan di Rizzoli&Isles, ha visto talmente tanti crime e procedural che vorrebbe diventare un cop americano o addirittura entrare nella FringeDivision. Sin da piccola ha nutrito la passione per i libri di Patricia Cornwell ed è molto incuriosita dalla medicina legale. Da un paio d’anni a questa parte, ha quadruplicato le serie da seguire ed è soprattutto diventata una EvilRegal accanita, grazie al fantastico Once Upon a Time e alla splendida Lana Parrilla!
Sogna di vivere a Los Angeles per respirare appieno l’aria telefilmica, anche se negli ultimi anni Vancouver sta rubando la scena alla famosa località californiana. Se non fosse che fa troppo freddo, non sarebbe male vivere lì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *