Mom – Intervista alle protagoniste [Spoiler 2×11]

La serie della CBS, Mom, in questa prima stagione e mezza ha affrontato temi delicati quali alcolismo, cancro, gioco d’azzardo e gravidanza adolescenziale. Nella puntata scorsa, ha aggiunto un altro particolare tema nel suo repertorio, con l’improvvisa morte di un importante personaggio.

L’episodio Three Smiles and an Unpainted Ceiling si è aperto felicemente (forse un po’ troppo) con la notizia che Alvin (Kevin Pollak) si sarebbe trasferito in un appartamento libero di fronte a quello in cui vivono Bonnie (Allison Janney), Christy (Anna Faris) e Violet (Sadie Calvano). Successivamente, mentre lui e Bonnie “battezzano” la nuova camera da letto, il cuore di Alvin cede un’altra volta, un’ultima volta, lasciando Bonnie a gridare il nome di Christy.

In seguito Bonnie torna quasi a bere, ma invece – dopo che Christy riesce a dissuaderla – opta per imbucarsi al funerale di Alvin, in cui rimprovera la sua ex moglie Lorraine (e scappa via con un “souvenir”).

Condividendo la sua prima reazione al cupo colpo di scena, Allison Janney racconta a TVLine che il creatore di Mom, Chuck Lorre, “ha preso Anna e me da parte e ci ha detto nello stesso momento cosa sarebbe successo. Inizialmente eravamo sorprese – ‘Perché, oh perché? Kevin ha ottenuto un lavoro migliore?’. Eravamo tristi perché era molto divertente lavorare con Kevin. Ma Chuck temeva che quei personaggi si stessero adagiando sugli allori“, diventando una famiglia semi-funzionante.

La radice dello show sono queste due donne che sopravvivono a qualsiasi cosa la vita getti loro addosso, e sicuramente non sono esenti dalla perdita di qualcuno a cui vogliono bene“, continua la Janney. E per ciò che concerne la storyline “credo che dopotutto c’era molto più da guadagnare nel far accadere qualcosa del genere e nel vedere come adesso se la caveranno. Potrebbe essere d’aiuto a qualcuno là fuori, potranno relazionarsi a quanto accaduto come fanno con ogni altro problema di cui ci occupiamo nello show“. (La Janney dice che riceve regolarmente tanti ringraziamenti da veri ex alcolisti compiaciuti di vedere che i loro sforzi vengono riflessi sullo schermo) “La nostra non è una terra televisiva in cui tutto è roseo e perfetto“.

Di fatti, Mom sta facendo cose che poche sit-com si azzardano persino a provare, mescolando in modo efficace (a volte ampio) risate con argomenti un po’ più delicati. Come fa notare Anna Faris, “Sono devastata dal fatto che il personaggio di Kevin abbia fatto quella fine, ma ne sono anche molto stupita, perché abbiamo scrittori ed uno studio (la Warner Bors. TV) che affrontano quegli argomenti“. La Janney concorda aggiungendo “Chuck ama essere in grado di poter fare questo tipo di lavoro con un format da mezz’ora, cioè scavare un po’ più a fondo. E Anna, io ed il resto del cast non abbiamo paura di gestire quel materiale… ne vado davvero fiera“.

In più, mentre altre sit-com – soprattutto le comedy multi-camera – possono avere degli episodi con storie auto-conclusive, Mom porterà a termine le conseguenze della morte di Alvin, vista come se avesse rubato a Bonnie una seconda possibilità di un grande amore, portato via a Christy il padre che aveva appena conosciuto e lasciato Violet con il senso di colpa, dato che la ragazza ha egoisticamente mandato all’aria quella che poi si è scoperta essere l’ultima possibilità di uscire con suo nonno.

Gli episodi seguenti non saranno tutti concentrati su quell’argomento, ma in ogni episodio ci sarà qualche accenno“, anticipa la Janney. “È un ripresa lenta“. Per quanto riguarda la perdita di Christy, la Faris fa notare “Non ha passato tanto tempo con lui, ma come dice Chuck ‘Questo è il percorso della vita’“. E la Calvano dice che mentre Violet “è tipicamente una ragazza molto forte, e non vediamo molto spesso i suoi momenti di cedimento, questo fatto mette sicuramente allo scoperto un raro lato della sua personalità“, come mostrato durante la sua commiserazione con la madre Christy.

Stiamo facendo qualcosa di molto speciale, stiamo raccontando storie importanti per la gente“, continua la Calvano. Infatti, sente che Mom “è diventato un genere a se stante, perché non siamo come qualsiasi altra sit-com presente in TV“.

Inoltre, l’immagine di Alvin disteso sul letto a faccia in giù – dopo aver puntato a segnare punti con Bonnie – potrebbe non essere l’ultima che vediamo del personaggio. La Faris accenna “Credo che vedremo un altro po’ di Kevin che apparirà in modi diversi…“.

Fonte

Claire

Superfan di Rizzoli&Isles, ha visto talmente tanti crime e procedural che vorrebbe diventare un cop americano o addirittura entrare nella FringeDivision. Sin da piccola ha nutrito la passione per i libri di Patricia Cornwell ed è molto incuriosita dalla medicina legale. Da un paio d’anni a questa parte, ha quadruplicato le serie da seguire ed è soprattutto diventata una EvilRegal accanita, grazie al fantastico Once Upon a Time e alla splendida Lana Parrilla!
Sogna di vivere a Los Angeles per respirare appieno l’aria telefilmica, anche se negli ultimi anni Vancouver sta rubando la scena alla famosa località californiana. Se non fosse che fa troppo freddo, non sarebbe male vivere lì.

1 Comment

  1. Puntata veramente tosta, un suggerimento, io metterei come prime parole dell’articolo SPOILERONE, io l’ho già visto ma per chi non l’ha ancora visto gli togliete l’effetto sorpresa ;), perchè un intervista alle protagoniste è molto generico e senza riferimento agli avvenimenti della puntata, per il resto ottimo ariticolo e la serie si stà rivelando essere un qualcosa di diverso dalle solite commedy, complimenti agli sceneggiatori, non è facile svogere tutto questo casino ma lo stanno facendo benissimo. Prende 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *