Once Upon a Time – Recensione 4×03 – Rocky Road

Questo episodio io l’avrei intitolato “Let it go” che nella puntata viene detto – con piccole variazioni – almeno tre volte, e mi aspettavo di vedere Idina Menzel saltare fuori da un cespuglio per cantarla in maniera appassionata. E dopo questo breve ed inutile preambolo che è solo un commento a margine, che però fa capire quanto OUAT ormai sia dentro la storia di Frozen, andiamo avanti a parlare di quello che è successo nella puntata di domenica.
Il muro di ghiaccio creato da Elsa non si scioglie e nessuno capisce il perché, si ipotizza che possa esserci qualcun altro con gli stessi poteri della regina di Arendelle a Storybrooke e noi sappiamo che effettivamente è così. Per mettere le mani avanti, la nostra nuova villain offre un gelato a Marian, il personaggio che sembra riunire tutti i fandom (CaptainSwan, SwanQueen, Rumpelbelle e chi più ne ha più ne metta) in un odio comune; questa donna sta sui beneamati a tutti e quando sviene nell’ufficio di Mary Margaret, neosindaco, più che preoccuparci, siamo tutti lì ad esultare. Siamo delle brutte persone!
Quindi, la moglie di Robin sta congelando e lui che pensa di fare? Chiedere aiuto alla sua ex che ha mollato per tornare da lei perché “è la cosa giusta da fare”. Spieghiamo a quest’uomo che esiste il divorzio e che anche Charming, nella prima stagione, pianta la moglie perché si è innamorato di Mary Margaret. Regina non può fare nulla per salvare Marian però può fare del suo meglio per evitare che muoia definitivamente e per farlo torna alla sua occupazione principale: strappare il cuore alla gente. Solo io ho visto un vago sorrisino di soddisfazione in quel gesto? Esaminiamo la scena alla moviola:

In realtà Regina, che sta compiendo un bellissimo cammino di redenzione, con tanto di comprensibili cadute ogni tanto, si mostra più che altro disposta ad aiutare. Ma del resto non ha nulla di cui preoccuparsi, perché a salvare Marian poteva pensarci il bacio del vero amore, infatti Robin la bacia, ma non succede nulla, perché è lo stesso ladro gentiluomo ad ammettere che non è più sua moglie il suo vero amore e che il suo posto è stato preso da un’altra. Su, indovinate di chi stiamo parlando…
Ma non è l’unica soddisfazione per la nostra Regina, infatti poco prima quest’ultima ha messo Henry al corrente dei suoi piani, cioè trovare l’autore del libro che contiene tutte le storie dei personaggi di Storybrooke e costr… chiedergli di cambiare il suo finale, così che anche lei possa avere il suo lieto fine e il pargolo – che ormai è alto quanto lei – si dichiara d’accordo e decide addirittura di aiutarla, dando così inizio all’operazione mangusta. È stato bellissimo vedere un po’ di felicità per la nostra Evil Queen che ne aveva certamente bisogno (e se l’è anche meritata!).
Ma torniamo ad Elsa che è un po’ l’amica dei fidanzati. Ho letto in giro che la gente la shippa già selvaggiamente con Kristoff e lasciatemelo dire: no! Ma sono così carini da cognati, non c’è nulla che induca a pensare che potrebbero essere una coppia. In realtà c’era quasi più chimica con Uncino che invece di portarla nell’ufficio dello sceriffo se la porta alla ricerca di pericolo nei boschi. Killian, ci riservi sempre delle belle sorprese, specialmente quando ti stacchi da Emma e ti ricordi che sei ben più del suo spasimante! Infatti il nostro bel capitano porta Elsa da Mr Gold e con un ricatto degno del suo passato da pirata gli rivela che ha capito che la daga che ha Belle è falsa e lo minaccia di svergognarlo a meno che non aiuti lui e la regina di Arendelle a capire chi vuole incastrarla. Rumple fa una magia delle sue ed ecco che i capelli di Marian – trasformati dall’incantesimo che l’ha congelata – si trasformano in fiocchi di neve che conducono il nostro fantastico duo nel bosco dove scoprono la regina delle nevi. Intelligentemente ad una certa vorrebbero anche battersela, ma vengono smascherati e Hook si ritrova incollato al suolo, letteralmente, da dei blocchi di ghiaccio. La nostra nuova Villain – già l’amiamo – gli crea anche delle stalattiti che irrimediabilmente finiranno per trafiggerlo, facendo ricadere la colpa della sua morte ancora una volta su Elsa che non può fare nulla per salvarlo.
Ma ecco che arrivano gli sceriffi più in gamba del secolo ed Emma – che magicamente padroneggia i suoi poteri come nulla fosse – salva capra e cavoli. Ma quello che ci preme sottolineare è questo:

Frena un attimo… la Snow Queen conosce Emma? Non ce la beviamo che è solo la reputazione che la precede, il tono con cui è stato detto era sorpreso, emozionato, nostalgico. E sappiamo che gli sceneggiatori ci daranno più info sul passato della nostra salvatrice, che questo c’entri qualcosa? Sappiamo per certo – insomma, lo ammettiamo con riserva – che la nostra gelataia è la zia di Elsa, sorella di sua madre. Lo scopriamo nei pezzi dell’episodio che sono dedicati ad Arendelle. Hans vuole a tutti i costi diventare re e per farlo decide di andare a cercare un’urna che imprigionerà Elsa per sempre, solo che quando il principe la apre a venirne fuori è proprio la Snow Queen che congela Hans e torna a palazzo con la regina e Kristoff, rivelando alla prima di essere per l’appunto sua zia – e cercando di farle un po’ il lavaggio del cervello, convincendola che gli altri la vedranno sempre come un mostro. Sarà vero? Lo scopriremo nei prossimi episodi.
Intanto in questo abbiamo il piacere di ritrovare uno dei personaggi più amati dello spin off di Once Upon a Time, ci viene presentato nei panni di Will Scarlet, uno degli uomini di Robin Hood che ha lasciato la banda per “divergenze di opinioni”; sarà proprio lui a portare Charming ed Emma alla gelateria, rivelando che la proprietaria non è innocua proprio per nulla. Il “Bloody Hell” del Knight ci era mancato proprio tanto!

E poi sì, c’è stato un altro momento CaptainSwan che ci ha fatto sciogliere tutti, non lo nego, con lei che finalmente ammette di evitare Hook perché ha paura di perderlo, visto che tutti i suoi fidanzati non hanno un Happy Ending (Neal, Graham, la scimmia e anche se nei non l’ha nominato io ricorderei la parentesi August). Quindi in realtà vuole solo proteggerlo… che è una cosa così adorabile. E quel bacio è stato epico, rivediamolo insieme:

Anche se in realtà io un po’ segretamente shippo anche loro:

Il bilancio della puntata è decisamente positivo. La stagione è iniziata e sembra proseguire su un binario molto più interessante rispetto alla precedente; i personaggi nuovi hanno creato da subito un buon feeling con la storia principale e onestamente mi sembra davvero strano pensare che non ci siano stati dall’inizio, tanto sono amalgamati alla perfezione. Frozen ha portato a Storybrooke quella ventata di idee nuove che ha reso lo show trascinante come lo era stato nella sua prima stagione. Non ci resta che sperare che continui su questo livello, intrecciando sempre più le trame (io voglio sapere che intrallazzi hanno Rumple e la Snow Queen). Intanto vi lascio con il promo del prossimo episodio che ci porta una novità davvero sconvolgente. E vi ricordo di passare dalle nostre pagine affiliate per news, spoiler e quant’altro:

Welcome to Storybrooke
SwanQueen Italia
Once Upon a Time Italia

Non dimenticate di fare un salto nella nostra pagina Facebook e vi invito, come sempre, ad iscrivervi nel nostro meraviglioso gruppo Innamorati delle serie tv (Serial Crush) per commentare insieme tutte le serie tv del momento!

 

About Lena

Nata troppo tempo fa per i suoi gusti e cresciuta nell'assolata Sicilia è stata concimata con libri, film e telefilm. Ha un'insana passione per ogni serie che sia ambientata prima del 1900 e dopo aver a lungo sognato di cantare e ballare appresso al cast di Smash, oggi si accontenterebbe di congelarsi alla barriera accarezzando con una mano Spettro e con l'altra Jon Snow.

Check Also

Grey's Anatomy

Grey’s Anatomy 16 – C’eravamo tanto amati

Abbiamo ancora bisogno di nuove stagioni di Grey's Anatomy?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *