Pretty Little Liars – The End Is Near

Il telefilm dipendente navigato lo sa benissimo che l’estate è il periodo dell’anno ideale per mettersi in pari con tutti gli episodi che ha in arretrato e con i recuperoni imperdibili di show che almeno una volta nella vita vanno visti perché MUST.
Solitamente in onda ci sono poche serie degne di essere seguite o semplicemente classificabili come tali, e tra queste ultime troviamo da ormai sei anni Pretty Little Liars, di casa Freeform, all’epoca ABC (In)Family. #TacciSua
Ogni estate ha bisogno della sua buona dose di sano trash. È una legge non scritta ma di cui tutti noi maniaci seriali siamo a conoscenza.
Non si vive di sole serie TV impegnate, ci vogliono anche quelle idiote, ridicole, non-sense, fatte ad cazzum (dal latino cazz-us, cazz-i) che accozzagliano su eventi che vanno dal paranormale, al paraculo, passando per l’inverosimile e l’assurdo con una buona dose di WTF? Che non guasta mai.
La nostra Signora delle Mele, Marlene King è ormai un’esperta del settore, tanto da essere stata invitata al the letterario delle 5 p.m. da nientepopodimeno che Julie Plec e Ryan Murphy.
Ma mentre quest’ultimo lo scusiamo perché ci ha regalato perle di trash altissimo come Scream Queens – che seriamente ADORO with all my heart – la International Plec barcamena ancora nel baratro della perdizione assoluta, accende ceri votivi al cartonato gigante di Stefan Salvatore che tiene nel suo ufficio, accanto ai buoni sconto dello Starbucks e cerca di mantenere alto l’hype per l’ultima (GRAZIE DIO DELLE SERIE TV!) stagione con velate dichiarazioni alla dico-e-non-dico che portano solo a far salire ancora di più il crimine ai telespettatori tanto da costringerli ad andarla a cercare e picchiarla brutalmente in faccia con una scatola delle sue amate donuts glassate.
Ma un trash alla volta. Torniamo alla Busciardelle nostre.

Con la seconda parte della sesta stagione di Pretty Little Liars  c’è stato un salto nel tempo, le BUSCIARDELLE sono cresciute, vanno al college, lavorano ma sono rimaste le solite cretine idiote che erano quando andavano al liceo, continuando a fare figure caprine paragonabili solo a quelle che continua a fare Barbara D’Urso ogni volta che intervista un povero cristiano nel salotto di Pomeriggio Cinque.
Tralasciando il fatto che questo show, oltre ad essere l’apoteosi del trash e dell’idiozia, vive di vita propria, fregandosene altamente delle leggi spazio-temporali che regolano l’universo, passiamo ad esaminare cosa è successo di così abominevolmente eclatante da farmi scomodare a recuperare tutto d’un fiato la 7A e ad assumermi l’onere di parlarne male.

Cominciamo da Alison, la BUSCIARDA per eccellenza, regular da qualche stagione a questa parte, prima impegnata ad apparire in sogno alle altre BUSCIARDE, circondata da un fascio di luce dorata tipo come i santi negli affreschi di Giotto e annunciata da un fascio di fumo bianco fatto con l’aerografo di Paint.
Sposatasi con un pazzo psicopatico (grazie PREVIOUSLY ON per i riassuntoni delle scorse stagioni!) si ritrova rinchiusa in un manicomio, legata, drogata e con una museruola, pronta per i casting di un ipotetico reboot di Hannibal Lecter. In tempo di crisi, tocca arrangiarsi come si può. Così deve averla sicuramente pensata Sasha Pieterse, che da anni c’ha accollato il mutuo della villa con piscina e le cambiali da pagare.
Dopo una rocambolesca (AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH) evasione dal Briarcliff, l’uccisione dell’adorato maritino da parte di Hanna e la sua sepoltura nel bel mezzo del nulla, Ali si trova tra i piedi Morticia Gomes la zia Mary, sorella gemella della sua amorevole madre Jessica – dalla quale ha ereditato la sua strepitosa abilità nello scavare tombe e seppellire cadaveri – la quale scopriamo essere la madre biologica di Charlotte/Charles e madre di un altro marmocchio, inventato in corso d’opera da Mela Marlene per aumentare la suspence, l’idiozia, le accozzaglie random di fatti e misfatti e per riempire la 7B con qualche altra AMAZING! rivelazione.

Se te pijo pe’ quei quattro capelli, te sdrumo come la Plec sdruma i cookies nel frappuccino!

L’unica cosa AMAZING!!11!! di tutto questo è che a quanto pare il profanare tombe, riesumare cadaveri, scavare fosse e ricoprire tutto con un abbondante strato di colla vinilica e carta igienica fanno curriculum, tanto è vero che Ali non è stata licenziata ma continua a ricoprire il ruolo di brava educatrice e divulgatrice di sapere letterario. Per tale ragione, gli Angela – il Sommo e il Delfino – sono furiosi come i Visigoti quando saccheggiarono Roma nel 410 d.C.

Spencer è la BUSCIARDA che ho sempre stimato più di tutte, un po’ perché sembrava più sveglia delle altre, un po’ perché guarda Game of Thrones e cita i Lannister e un po’ perché s’è slinguazzata quel bonone da paura di Wren. #TornaPresto #ShirtlessComingSoon
La mia purtroppo è stata una fiducia mal riposta. Non solo perché mi ha DILUSO profondamente quando inizia a farsi di antidolorifici come una fattona del Bronx, ma anche perché ha mollato il nostro adorato mento-a-culetto Toby per rotolarsi sul pavimento di legno con Caleb begli-occhioni.
Okay, non la possiamo di certo biasimare, perché, ammettiamolo in tutta onestà, Caleb bello-sguardo ha stracciato numerose mutandine nel corso delle stagioni, e non solo quelle di Hanna.
Ma iniziare a fantasticare sul colore dello steccato della casa in campagna, l’arredo delle camerette dei quattro marmocchi e sul nome del pastore maremmano da adottare insieme mi pare esagerato.
Ovviamente Caleb non ci sta. Lui c’ha ancora in capoccia Hanna-Banana e a Spencer non resta altro che stracciare le pagine del suo diario segreto rosa piene di cuori e di Spencer + Caleb = MEAN TO BE, Signora Hastings- Rivers, Io e Caleb 3MSC.
Dopo un limone duro in ascensore col nuovo detective appena giunto in città e qualche occhiata random alla ‘Si te sparmo tutto de miele d’acacia e poi te lecco, te piacia?’, si becca una pallottola in una spalla con conseguente fuoriuscita di fiumi di sangue a iosa che manco sul set di Ash VS Evil Dead ne hanno mai visto tanto. Il colpo di grazie glielo dà però zia Mar-ticia Gomez che invece di chiamare il 911 pensa a cantarle una canzoncina su uccellini e diamanti e a rivelarle di essere sua madre. #NoSpencerIoSonoTuaMadre #DarthFenerMood Ora mi chiedo, ma Veronica Hastings ce l’ha un cazzo di figlio suo? #WhoIsVeronicaHastings’son

C’è Arya di novità e di grandi proposte nel magico mondo leopardato della nostra BUSCIARDA peggio vestita! Tralasciando le comparse random di maglioni leopardati, di scarpe ortopediche che fanno schifo pure ar cazzo e di orecchini pesanti come palle da biliardo, Arya riceve la fatidica proposta da quello scrittore di FF de noatri di Ezra Fitz che, comprato il nuovo divano sfruttando le promozioni estive di Poltrone&Sofà, decide di mettere finalmente la capoccia a posto e di sistemarsi con plaid e cibo spazzatura da asporto der cinese sotto casa con la sua adorata scuoiatrice di leopardi.

Ma amo de più er divano nuovo!

A parte qualche inciampo qua e là e l’improvvisata di fuggire in Toscana perché ‘Ehi, amo’ dobbiamo comprare pure er puffo e le poltrone da abbinare ar divano nuovo!’, tutto sembra procedere per il meglio, fino a quando non riappare come una promozione sulle borse di ecopelle lucide e tigrate di Accessorize il fratello desaparecido di Ali, tornato da Nazareth dopo mesi di evangelizzazione e missioni umanitarie. Jas-us avrà anche il capello lungo in stile Jared Leto nei panni di Efestione (inserite commenti indecenti qui), la barba da predicatore del deserto, ma si toglie la maglietta e ci mostra l’addominale obliquo e a me tanto basta per continuare a volerlo nello show come regular.
Chiudiamo un occhio sulla sua ancora presente cotta per la Montgomery e concentriamoci sulla tartaruga ninja che nasconde sotto le magliette di sacco! Con Ezra fuori dagli armadilli di Alexander McQueen, sbarcato in Columbia per riabbracciare una certa Nicole di cui nessuno si ricordava l’esistenza, attendiamo trepidanti che la figlia di Piper si butti a pesce con doppio carpiato e un avvitamento e mezzo di su Jas-us. La gioia di un limone duro con tanto di famolo strano su er divano nuovo di Erza ce la vuoi dare Marlene?
#AriaeJasus #OTP #DateceDentro

Hanna-mo sempre peggio in casa Marin. Rotto il fidanzamento con quel bonone straccia completi intimi di Jordan, la nostra Hanna non ne imbrocca più una, manco a dire le stronzate, cosa in cui era esperta, visto il passato da MILFONA di sua madre che mamma di Stifler LEVATE CHE ME FAI OMBRA. Travestitasi da Ash con l’intenzione di andare a catturare Pikachu e diventare così un’allenatrice di livello 5 e formare una squadra con il Team Saggezza, così che Blache possa darle un briciolo di intelligenza per gli ultimi 10 episodi, torna finalmente tra le braccia di Caleb al lume di camino, dopo che lui le ha confessato di voler vivere con lei, tra il brick del latte scaduto e il sudiciume delle lenzuola del letto, zozze e unte dall’olio delle patatine del McDonald’s. #SASUELASASUELAAEYOUYBRIGITTEBARDOT

E infine arriviamo a Inutil-Emily, la BUSCIARDA utile come il phon in mano a Lord Voldemort. Nate Archibald di PLL, consumatrice a sbafo di ossigeno, l’utilità di Emily Fields è leggenda. Tra una vendita di ovuli e l’altra necessaria per comprarsi gli esami all’università, assieme a Fedez e J-Ax e l’imbucarsi a casaccio a festicciole arcobaleno di addio al nubilato con la rediviva signora Pam – che scopriamo sapersi destreggiare meglio di lei sulle note del trenino di Capodanno, quello che Carlo Conti balla sempre a fine anno nella baita di Courmayeur – Inutil-Emily riesce finalmente a limonarsi Ali prima che la sua ex sbuchi all’improvviso come un brufolo in premestruo sul mento a rovinarle il momento 3MSC. #LiMortacciSua

Credici!

Sento odore nell’Arya di cazzata, tipo quella che Ali terrà il figlio di Satana che porta in grembo e lo crescerà con Inutil-Emily, così da formare una bella famigliola felice ed evitarsi lo sbatti burocratico dell’iter per le adozioni. O forse è solo l’odore della naftalina dei completi della nonna che tira fuori Ali dall’armadio, fatto sta che io sto già pronta con pop-corn e parolacce per inveire contro l’ennesima boiata della Signora delle Mele.

Passando per teste che rotolano giù dalle scale in un momento in cui Spencer e Hanna si trasformano in Bastard Executioners, vecchie inquietanti che hanno le visioni alla Sibilla Cooman, poliziotti incompetenti, il nuovo super cattivone che si sente tanto Diabolik con le sue maschere, catapecchie polverose, omicidi in vasche da bagno, Noel Khan che torna da Figandia, la città dei bononi, in tutta la sua stronzaggine assieme alla cieca di Sorrento Jenna e Arya Montgomery che dopo SETTE STAGIONI ancora non riesce a portarsi il dito indice perfettamente al centro della bocca per fare SHUSH! nella opening, facciamoci coraggio e stringiamo i denti per gli ultimi 10 episodi finali, che torneranno ad infestare il nostro palinsesto con il loro trash da aprile del prossimo anno.

About anna_who

Top 5: LOST, Doctor Who, Twin Peaks, Sons of Anarchy, Sex and The City. Classe 1990. Ama alla follia lo sci-fi, il fantasy e tutto ciò che implica il genere soprannaturale. L'incontro con le serie tv avviene in tenera età, quando i suoi la iniziano a Charmed, X-Files e ER. Trascorre l'infanzia tra le crisi adolescenziali dei ragazzi di Capeside e le avventure della Scooby Gang: è a questo periodo che risale la comparsa di alcuni sintomi della telefilia. La sua dipendenza non ha trovato altra cura se non quella di assecondare la sua innata capacità di guardare un episodio dietro l'altro fino a farsi bruciare gli occhi.

Check Also

The Perfectionists – Il tanto atteso trailer dello spinoff di Pretty Little Liars

Finalmente Freeform ha svelato uno dei suoi segreti più grandi: il tanto atteso spinoff di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *