Richard Madden parla di Bodyguard e delle sue predizioni di GoT

Richard Madden, divenuto famoso come il Re del Nord, Robb Stark, si è guadagnato la sua prima nomination ai Golden Globe grazie al thriller inglese, Bodyguard. L’attore sembra non aver capito come la serie abbia avuto tutto questo successo sia in Patria sia all’estero, compreso negli Stati Uniti. “Mi piacerebbe sapere perché così potrei replicarlo in tutti i miei lavori,” racconta ridendo. “Penso che il motivo sia quello che ha attirato anche me, ovvero questi personaggi complicati. Sono moralmente ambigui, e penso che questo rifletta l’essere umano in modo piuttosto accurato.

Richard Madden e Keeley Hawes in una scena di Bodyguard.

The Hollywood Reporter ha parlato con Richard Madden riguardo le sfumature nell’interpretare un personaggio che soffre di sindrome da stress post- traumatico, con chi vorrebbe rimanere chiuso in ascensore tra i membri del cast e quali sono le sue predizioni sul finale di Game of Thrones.

Qual è stata la parte più difficile da interpretare di questo personaggio?

C’erano molte sfide. Volevo ritrarre la parte danneggiata dalla sindrome di stress post- traumatico in modo accurato, gentile e con compassione, in un modo nuovo che non avevo mai visto prima in televisione o al cinema, non il solito stereotipo. Non c’è qualcuno che lascia cadere un bicchiere di vetro e allora tu cerchi riparo e hai questi assurdi ricordi della guerra. Anche se riconosco che questo possa accadere con questa sindrome. Ma molte persone soffrono di questa sindrome in un modo molto più silenzioso, un modo che rende l’identificazione di questa malattia molto più difficile. Un senso costante di paura e ansia o difficoltà ad affrontare la vita quotidiana, e questo è qualcosa che volevo davvero esplorare e rendere bene.

Con quale delle tue co-star vorresti sicuramente essere intrappolato dentro un ascensore?

Keeley Hawes, senza dubbio. Solo perché credo che sia una donna meravigliosa, un’attrice brillante ed una buona amica da quando abbiamo lavorato insieme. E soprattutto perché insieme siamo una coppia di scolaretti e quando siamo insieme ridiamo e facciamo cose sciocche. Quindi se dovessi essere intrappolato in un ascensore, vorrei probabilmente essere con lei e una bottiglia di champagne e rideremmo un sacco.

Sei diventato famoso interpretando Robb Stark in Game of Thrones, ma quella è una serie che conta tantissimi protagonisti. Com’è fare progetti più da unico protagonista?

Ero pronto per questo. Ero solo un ragazzo quando ho iniziato Game of Thrones e ho imparato tantissimo e sono cresciuto e me ne sono andato al momento giusto quando stavo crescendo troppo per l’età del mio personaggio. Io andavo avanti con l’età, ma il mio personaggio non proprio. Quindi adesso fare ruolo dove non sono un principe o un re e dove sono padre è stato un grande cambiamento per me, qualcosa di cui sono entusiasta e pronto.

Ti sei tenuto al passo con Game of Thrones, da quando lo hai lasciato?

Assolutamente. Non vedo l’ora che esca la nuova stagione. In un certo senso non riconosco più il fatto di esserne stato parte, perché lo guardo da tantissimi anni e loro parlano di Robb Stark e so chi è, ma non mi ci vedo più nel ruolo. Ora sono solo uno spettatore, il che è una buona cosa. Quella era un aspetto brutto del far parte della serie, ricevevi i copioni quindi sapevi cosa sarebbe accaduto dopo, e sono anni che non so più niente, quindi ora posso davvero gustarmelo solo come spettatore, il che è entusiasmante.

Chi pensi che si siederà sul Trono di Spade?

Penso che alla fine ci saranno solo tre draghi che volano in giro e tutti gli altri saranno morti. È una possibilità!

Avete visto la performance di Richard Madden in Bodyguard? Pensate che la nomination ai Golden Globe sia stata meritata?

Fonte

About chiara_mini

Fin da piccola si è innamorata delle serie tv con Buffy The Vampire Slayer, ha passato l'adolescenza a Tree Hill dove ha vissuto grandi amori, versato tante lacrime e si è creata una famiglia tutta sua con tanti Brothers & Sisters! Sempre a Pasadena passa le sue giornate a ridere con i nerd più fighi del pianeta parlando della teoria del Big Bang. Nel tempo libero combatte i mostri assieme ai Winchester e dà una mano a Eric a Bon Temps. Game of Thrones è la sua bibbia.

Check Also

Game of Thrones

Game of Thrones – I creatori firmano un contratto milionario con Netflix

I creatori di Game of Thrones hanno fatto jackpot: David Benioff e D.B. Weiss hanno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *