Shameless – Recensione 6×04 – Going Once, Going Twice

Ho aspettato Going Once, Going Twice, quarto episodio di questa sesta stagione di Shameless, trepidante e convinta che sarebbe stato godurioso come sempre.
E in effetti la mia soddisfazione è stata altissima, come accade sempre al termine di ogni episodio di Shameless, ma con una piccola punta di tristezza perché Going Once, Going Twice segna la fine di un’epoca: i Gallagher hanno perso la casa, unico vero punto di riferimento di tutte le stagioni. Ho sempre pensato che nonostante tutte le vicende, i casini, i problemi e le varie difficoltà affrontate, ogni Gallagher aveva la certezza di un centro al quale tornare. E adesso? Non sono bastati i 100mila dollari di prestito, miracolosamente ottenuti da Fiona in banca, a salvarli dallo sfratto e così adesso ognuno troverà un nuovo centro, oppure la famiglia risolverà assieme questo nuovo disastro caduto addosso?
Io credo che in qualche modo torneranno proprio nella casa perduta con qualche brillante sotterfugio stile Gallagher!

Shameless_02

A complicare la situazione c’è il problema doppia gravidanza Fiona-Debbie: la prima inizia ad avere qualche tentennamento sull’aborto, mentre la seconda sta aprendo gli occhi sul fatto che essere la miglior madre è più dura del previsto…. Ma ha Frank dalla sua parte che le fomenta l’entusiasmo, sempre pronto a risolvere i problemi in maniera pittoresca. e quindi ora sono in due a difendere l’erede Gallagher. Una forma di riscatto per Frank come padre? Dopo il fattore Bianca questa potrebbe essere una buona occasione per affermare il suo cambiamento e i suoi buoni sentimenti… anche se sinceramente nonno Frank è meno credibile del Frank in camice bianco in veste di counselor ai malati di cancro.

tumblr_o1uttnEuid1uoz0rqo2_500

Io credo che Debbie, stando col padre, capisca che l’aborto sia la soluzione migliore per una quindicenne incinta… e così in questo modo Frank – casualmente – avrebbe fatto il sul suo dovere di padre. Rimane l’uomo dalle mille vite, come non adorarlo!

working-the-system-shameless

Non è proprio in buona compagnia Fiona. Incinta, casa persa, compagno tossicodipendente ed assassino… un vero sballo!
Fiona naviga nei casini e il suo centro è Sean. Lentamente, come vuole Fiona, la sta portando a se stesso stringendola sempre più forte; magari si faranno una famiglia loro… ma a me questa coppia non convince. Sean è stato un figo per un minuto la scorsa stagione e ora si sta dimostrando un uomo sentimentale e debole, non all’altezza di un ragazza come Fiona.

Shameless_03

Anche Lip, genio e sregolatezza, vive la sua storia d’amore con la professoressa. Lui è totalmente perso dietro questa donna che, in un momento di confessione alcolica, gli dichiara qualche sentimento importante e dimostra tutta la sua fragilità.
Lip non mi piace così innamorato, oltre che stupido è pericoloso… sarebbe capace di buttare via tutto per lei.
Anche Ian torna a vivere, rintracciando il pompiere che gli aveva salvato la vita: è stato bellissimo vedere Ian in una caserma dei pompieri, sembrava un bambino nel paese dei balocchi!
Pure Carl vive la sua prima cottarella e a parte fare di tutto per convincerla di essere nero – sono teneri -, potrebbe essere lei a farlo ragionare un po’ sul fatto che non è proprio una figata vendere armi e portare treccine da nero.
A rovinare tutto questo amore e questi ormoni ci pensa Kev, che vede incendiarsi il vicino… non è proprio una grande perdita, ma ora che è morta l’ultima roccaforte, il ghetto si riempirà di hipster e gente fashion!
Sarà una guerra!

About La Ale

Ragazza - sempre meno giovane ma sempre con tanta buona volontà - folgorata in piena adolescenza dal fascino di Fox Mulder. Dopo di lui, il mondo non è stato più lo stesso. Ma è solamente anni dopo, con Buffy, che si dona totalmente ai telefilm. Tra tutti quelli seguiti in anni di passione, quale si porterebbe su un'isola deserta? Sicuramente Six Feet Under, al quale è legatissima, e del quale è tutt'ora innamorata. Convinta che niente è come sembra, cerca nelle serie appunto quello che non sembra ma è. Alla ricerca del telefilm perfetto - ossia il giusto equilibrio tra coinvolgimento emotivo, suspence e drama -ancora non si è fermata e al motto "una giornata senza puntata e' una giornata sprecata" persegue il suo obiettivo diventato ormai ragione esistenziale.

Check Also

Suits – Recensione 9×05 – If The Shoe Fits

Benvenuti nella recensione della 9×05 by Ellie per Suits Episodes e Serial Crush. Amici suitsiani, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *