The Flash – Recensione 3×02 – Paradox

Per la barba di Merlino! Draco Malfoy, appesi al chiodo bacchetta e mantello, si è trasferito a Central City per dare la caccia ai metaumani e ha già conquistato tutti con il suo super sexy accento inglese e la sua brillante mente acuta, compresa me. Tranne Barry. Come un novello Harry, lo speedster scarlatto non può vedere nemmeno da lontano il suo nuovo roomie a lavoro, Julian Albert (Tom Felton). Molti già ipotizzano che dietro la maschera di Doctor Alchemy si nasconda il nuovo acquisto della CSI del Central City Police Department, ma, nonostante il fatto che il Doctor Achemy nel fumetto possiede molteplici personalità, non credo che gli autori abbiano deciso di fare una scelta così banale per questa stagione, il colpo di scena non avrebbe effetto perché il concetto del “il nuovo tizio in città è il nuovo cattivo” è stato fin troppo sfruttato.

Paradox

Ma oltre alla prima apparizione di Tom, questa puntata, diretta da Ralph Hemecker (Once Upon a Time e Numb3rs), ha introdotto tanti nuovi elementi, primo fra tutti Barry che finalmente riesce a capire che viaggiare nel tempo e cambiare il passato è un grande rischio, perché niente ritorna esattamente nella sua forma originale una volta rotta, come giustamente afferma Jay Garrick (John Wesley Shipp). Un gesto quasi paterno quello di Jay, che sicuramente rivedremo nel corso della stagione, anzi sul web sono spuntate alcune teorie che affermano che dietro la maschera del Doctor Alchemy si nasconda proprio Jay. L’unica cosa che sappiamo per certo ora è che a dar voce al Doctor Alchemy è il grande Tobin Bell, e che il suo scopo è quello di dare i superpoteri a persone che li possedevano in altre linee temporali o realtà parallele, attraverso quello che sembra un cambiamento fisico vero e proprio che coinvolge anche la muta.

Paradox

Barry si rende conto di aver creato un’altra linea temporale che rispetto a quella originale, che poi tanto originale non è perché è il risultato del cambiamento messo in atto da Eobard Thawne, differisce per alcuni dettagli che, seppur minimi, lui li percepisce come enormi, cioè la morte di Dante, fratello di Cisco, e il cattivo rapporto tra Iris e il padre. Barry fa di tutto per sistemare questi dettagli, che lui pensa siano il frutto dei suoi errori e di cui si porta il peso. Utilizzando i suoi altri poteri, quelli della sua personalità che lo rendono a tutti gli effetti un vero eroe, riesce in qualche modo “a mettece na pezza“, come si dice a Roma.

Paradox

Ma i paradossi, da cui il titolo dell’episodio Paradox, quando viaggi nel tempo possono essere infiniti. Per esempio il piccolissimo dettaglio che Caitlin Snow (Danielle Panabaker), il cui cognome adesso assume un significato del tutto diverso, sembra aver acquisito in qualche modo i poteri che nella scorsa stagione appartenevano a Killer Frost, il suo doppelganger di Earth 2. Che ci sia di mezzo in qualche modo Doctor Alchemy? Staremo a vedere. Anche i poteri di Cisco (Carlos Valdes) sembrano differenti, è più cosciente del suo potenziale, cosa che si traduce nel massimo sfruttamento delle sue capacità, anche attraverso strumenti tecnologici migliorati da lui. Devo dire che è stato molto eccitante veder combattere insieme Vibe e Flash, pretendo di vedere questo duo lottare insieme per tutta la stagione!

Paradox

Ultimo elemento, ma non per importanza, Iris (Candice Patton) e Barry sono in un momento temporale, ma oserei dire anche astrologico, in cui finalmente possono stare insieme, previo altre cavolate da parte di Barry. I fan del WestAllen possono fare i salti di gioia, mentre quelli dello SnowAllen, tra cui io, non possono far altro che aspettare e sperare in un altro caos temporale. Per un attimo ho pensato che il segreto di Caitlin fosse che nella nuova realtà stava insieme a Barry e non sapeva come dirglielo, le mie speranze sono state brutalmente distrutte quando sulla sua mano sono comparsi dei cristalli di ghiaccio, ma io non demordo.

Paradox

Questa puntata aggiusta un po’ il tiro dello scorso episodio, criticato da più parti, mettendo molta carne sul fuoco. Io spero che non si bruci.

Voi che ne pensate di questo secondo episodio? Ditecelo nei commenti!

Serendipity

Per descrivermi basterebbe dire che sono un'accozzaglia di immaginazione, sogni e passioni. Archeologa con mille interessi come la lettura, il cinema, il basket, la danza e la fotografia. Sono cresciuta a pane e serie tv. In tempi non sospetti ero già un'addicted di telefilm come Stargate SG1, Streghe, Buffy-l'ammazzavampiri, Xena:la principessa guerriera, Hercules, Sex and the city... fino ad arrivare ad oggi dove riconosco i giorni della settimana solo in base alla puntate che devo vedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *