The Shannara Chronicles-Recensione 2×07/08-Warlock/Amberle

Shannara ci regala altri due episodi e ormai ci avviciniamo al finale di questa seconda stagione. Negli episodi di questa settimana vengono celebrati i rapporti familiari. Ma sono due puntate anche ricche di sorprese e più di una volta mi sono ritrovata a pensare “wow! è successo davvero!

Re Ander: Mi è dispiaciuto per la sua morte. L’assassinio del Re degli elfi per mano del Generale Riga sarà sicuramente un duro colpo per il popolo elfico ma anche per quello degli umani. Non dimentichiamo infatti che i due popoli dovevano unirsi con il matrimonio tra Ander e Lirya. Ora che il Re è morto e la giovane è in fuga sotto la protezione di Cogline mi domando quale sarà il destino per questi due popoli.

Eretria: Per l’ennesima volta ha una visione di Amberle che le chiede di trovare Wil e portarlo da lei. Viene spontaneo chiedersi per quale motivo non vada direttamente da lui visto quello che c’era e c’è ancora tra loro. La Nomade in questa puntata la vediamo sempre più preda del suo potere. Lei è convinta di saperlo controllare ma è chiaro che è ancora lontana dal poter gestire un potere simile senza caderne vittima

Tamlin: La Regina di Leah è si una sovrana ma prima di tutto una madre pronta a fare qualsiasi cosa per salvare la figlia, anche morire. Ce l’hanno presentata come una donna forte e risoluta, capace di fare carte false per il suo popolo. Nella precedente guerra è arrivata perfino ad un accordo con il Signore degli Inganni. Vederle tirare fuori il suo lato più materno ci piace e ce la fa apprezzare ancora di più. Nonostante ce l’abbiano sempre mostrata con abiti sfarzosi e regali è proprio nella veste semplice e i capelli lasciati sciolti che io l’ho trovato più bella che mai e raffinata.

Mareth e Allanon: Sto adorando come stanno sviluppando il loro rapporto. Li stanno facendo avvicinare poco alla volta come è giusto che sia. Uno dei punti forti di Shannara è proprio lo svilupparsi dei rapporti tra i vari personaggi. Mareth ha appena ritrovato suo padre che ora rischia la vita ed è pronta a tutto per salvarlo. Durante il viaggio nel mondo onirico dei sogni per salvare il padre, Mareth apprende di essere lei il prossimo druido e non Bandon come Allanon aveva erroneamente creduto. Apprezzo tanto questa decisione che sono certa servirà ad avvicinarli ancora di più ora che condividono qualcosa di così importante.

Wil e Amberle: Che l’elfa fosse un capitolo da chiudere era chiaro a tutti tranne che allo Shannara. Finalmente dopo otto puntate dall’inizio di questa seconda stagione Wil rivede Amberle. Tante sono le cose che vorrebbe dirle ma sa che quell’incontro è anche un addio -Amberle se ne è andata e non tornerà più- Necessario per il suo percorso di crescita. L’ultima sfida che lo separa dal diventare un vero Shannara e poter usare la spada (se ricordate era andata in frantumi durante lo scontro con Bandon) tornata nuovamente integra nelle sue mani, per combattere il Signore degli Inganni.

Il Signore degli Inganni: Mi ha fatto uno strano effetto vederlo rinascere sotto le sembianze di Allanon. Bandon ha infatti usato il sangue del druido per completare il rito di risurrezione. Sa quasi di beffa vedere una figura così potente rinascere sotto le sembianze del suo acerrimo nemico.

Il Generale Riga: Ce l’hanno presentato come uno dei villain principali delle serie ma il suo background è stato uno dei meno sviluppati, sappiamo solo che voleva debellare la magia e uccidere chiunque la praticasse. Era un uomo pieno di se con troppa fiducia nelle proprie capacità e credo abbia fatto la fine che si meritava.

Catania e Bandon: Questa devo ammettere è stata una sorpresa. Nonostante non abbia apprezzato più di tanto l’idea di farla tornare in vita dal Signore Degli Inganni, per poi diventare una specie di zombie voglioso e finire di nuovo ammazzata, stavolta da Bandon. L’ho trovato una scelta poco sensata se non fatta con l’unico scopo di portare Bandon definitivamente “al lato oscuro”, lato che però mi pare avesse scelto già da tempo senza doverlo costringere ad uccidere l’unica donna che abbia mai amato.

Mi piace pensare che i produttori di Shannara abbiano fatto tesoro delle critiche ricevute dalla prima stagione e cercato di migliorare nella seconda. Miglioramenti che ci sono e si vedono. The Shannara Chronicles è una serie che non può e non deve essere messa a confronto con serie di produzioni maggiori. Nasce come serie tv rivolta ad un pubblico giovane e va vista sotto quest’ottica. Lo trovo però un buon prodotto e sopratutto negli ultimi episodi la storia è riuscita a prendermi davvero molto. I prossimi saranno gli ultimi per questa stagione ed io non vedo l’ora di vedere come si chiuderà anche questa parte delle avventure di Shannara.

About Shaula

Nata a Roma, Venerdì 2 Novembre. Fin da piccola ha sempre trovato rifugio nella fantasia. È cresciuta tra libri, film e serie TV. Adora viaggiare, che sia fisicamente o solo con il pensiero. Trova che non ci sia nulla di strano a parlare da soli e quelli che fa con se stessa sono dei veri e propri dialoghi.

Check Also

Grey's Anatomy

Grey’s Anatomy 16 – C’eravamo tanto amati

Abbiamo ancora bisogno di nuove stagioni di Grey's Anatomy?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *