The Walking Dead – Andrew Lincoln parla dell’ottava stagione

La battaglia è ufficialmente iniziata. Alexandria si è ribellata e grazie a Hilltop e al Regno, nonostante il tradimento degli Scavengers, ha combattuto contro Negan e i suoi scagnozzi, i Savior. E’ stato un finale di stagione ricco di azione.

Se siete ansiosi di scoprire come si svilupperanno le cose quando la serie tornerà con l’ottava stagione, sappiate che non siete gli unici. Andrew Lincoln è stato uno dei diversi membri del cast che ha parlato apertamente della difficoltà delle riprese per la settima stagione, con i nostri eroi sotto shock in posizione di sottomissione. Ma ora che abbiamo raggiunto l’arco narrativo della “Guerra Totale” del fumetto di The Walking Dead, tutto è cambiato, anche l’energia sul set.

Non vedo l’ora” dice Lincoln, che ha anche rivelato che all’epoca non era a conoscenza del grande colpo di scena riguardo agli Scavengers nel finale di stagione. Ed insiste che questo non è semplicemente un modo per fare pubblicità alla serie. “Questa non è un’iperbole. Non è un modo cinico per cercare di amplificare l’entusiasmo per il centesimo episodio dell’ottava stagione, sono sinceramente più entusiasta di questo prossimo episodio e dei 15 che seguiranno, di quanto sia mai stato in vita mia. Non vedo l’ora di ricominciare”.

Mentre a molti fan, per gran parte, della stagione sono mancati i loro personaggi preferiti a causa dello spostamento di attenzione sull’introduzione delle nuove comunità, Lincoln promette che la loro pazienza verrà ripagata con quello che succederà. “C’è voluto tanto per collocare i pezzi sulla scacchiera, posizionarli e introdurre i giocatori chiave in questo ambiente” dice la star. “E credo che ora cominceremo davvero a giocare. Che il gioco abbia inizio, come si suol dire”.

Quanto vi manca The Walking Dead? Commentate con noi e passate alla pagina Norman Reedus Italia.

Fonte

Serendipity

Per descrivermi basterebbe dire che sono un'accozzaglia di immaginazione, sogni e passioni. Archeologa con mille interessi come la lettura, il cinema, il basket, la danza e la fotografia. Sono cresciuta a pane e serie tv. In tempi non sospetti ero già un'addicted di telefilm come Stargate SG1, Streghe, Buffy-l'ammazzavampiri, Xena:la principessa guerriera, Hercules, Sex and the city... fino ad arrivare ad oggi dove riconosco i giorni della settimana solo in base alla puntate che devo vedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *