The Walking Dead

The Walking Dead – Recensione 6×10 – The Next World

Sembrava uno di quei tanti episodi statici a cui The Walking Dead ci ha abituati nel corso degli anni, e invece The Next World ci ha fatto tante sorprese.

A primo impatto siamo un po’ confusi, non si capisce se gli eventi accadono subito dopo quelli dello scorso episodio o se invece è passato del tempo, ma effettivamente sono passati due mesi (scriverlo come accade in tutte le serie no, eh?). Addirittura all’inizio mi era sembrato un sogno che stava facendo qualcuno dei tre che vediamo nella prima scena… pensate! Ma bando alle ciance! Mai titolo fu più azzeccato: dopo la disfatta di No Way Out, per i nostri si è aperto un nuovo mondo, grazie soprattutto alla forza di volontà dei sopravvissuti e alla voglia di onorare i morti. In questo episodio abbiamo assistito ad una scena in particolare molto toccante – e no, non parlo di quella finale, a Deanna Zombiequella ci arriviamo. Uno dei personaggi un po’ più controversi della parte riguardante Alexandria è quello di Spencer. Molte volte abbiamo sottolineato, come ha fatto lui stesso nell’episodio 6×05, quanto lui ed il fratello fossero stati rinchiusi sotto una campana di vetro, al sicuro dal mondo esterno. Adesso che ha visto il peggio, ha visto morire ad uno ad uno i membri della sua famiglia, ha bisogno di mettere un punto per poi tornare a capo e ricominciare. E questo punto è rappresentato da Deanna zombie! Mi chiedevo che fine avesse fatto la donna dopo la morte, ed ecco la risposta: vagava tra i boschi. A permettere a Spencer di chiudere un capitolo e dire addio alla madre è Carl, il quale ha vissuto anche lui un’esperienza simile a sa benissimo che a togliere di mezzo Deanna deve essere proprio il figlio. Quando poi Michonne gli chiede perché abbia fatto una cosa del genere, lui risponde “Perché avrebbe dovuto farlo qualcuno che l’amava, qualcuno che fosse la sua famiglia. Io… lo farei per te.Richonne KissE qui si apre il cuore di Michonne verso qualcosa che era nascosto nel profondo! Si rende conto che per tutto questo tempo Carl, Rick e Judith sono stati la sua famiglia! Quella scena iniziale era proprio stile famigliola felice della Mulino Bianco ahahahahah! E il culmine è stato alla fine, prima quando Michonne e Rick parlano delle rispettive giornate, come se fossero una coppia di sposini, e poi il bacio! Allora, io non sono mai stata una Richonne shipper, lo devo ammettere, però devo anche ammettere che quella scena mi ha emozionato molto! E poi aspettavo questa reazione da parte di Yvette Nicole Brown (chi vede Talking Dead sa di cosa parlo ahahahahahah)

Yvette Nicole Brown

Insomma, era proprio questo che Deanna cercava di farle capire! C’aveva visto lungo la deputata ;)!

Ma oltre all’aspetto romantico, in questo episodio abbiamo avuto anche un aspetto divertente seppure sfortunato. Rick e Daryl vanno in cerca di provviste, trovano – forse troppo facilmente – un camion pieno di cibo e quant’altro, ma vengono derubati da un tipo, Paul Rovia, che gli amici chiamavano “Jesus”. Il loro sembra un inseguimento al gatto e topo, pare che sia difficile liberarsi di questo tizio, che non solo salta sul camion, ma, una volta portato ad Alexandria più morto che vivo, si presenta in casa di Michonne e Rick mentre i due dormono beati dopo la loro notte di passione! Chi sarà quest’uomo? È un nemico oppure no? Voi che idea vi siete fatti?

A proposito di Rick e Daryl, avete notato che i loro ruoli si sono invertiti? Se prima era Rick quello scettico e Daryl quello che quasi di nascosto usciva a reclutare gente, adesso è il contrario! Fosse stato per Daryl, “Jesus” sarebbe stato appeso all’albero, ma Rick ha deciso di dargli un’opportunità… vedremo se ha fatto bene o meno.

Che dire? Di solito gli episodi “calmi” sono leggermente noiosi, ma questo mi è piaciuto parecchio, e non lo dico per la scena finale, ma per l’insieme, per il messaggio di speranza che lancia. Sappiamo che presto questa situazione verrà messa a repentaglio da Negan ed il suo gruppo (non sarebbe The Walking Dead sennò), ma per ora godiamoci insieme ai nostri eroi questi piccoli momenti di serenità. È bello anche vedere quanto Daryl tenga a mantenere la parola data a Denise per quanto riguarda la soda :)… ed è bello che sia Denise che Rick vogliano rendere felici le proprie donne anche con un semplice gesto ^_^!

Adesso però dateci i CARYL!!!

Prima di salutarvi vi ricordo di passare da Norman Reedus Italia ;)!

Claire

Superfan di Rizzoli&Isles, ha visto talmente tanti crime e procedural che vorrebbe diventare un cop americano o addirittura entrare nella FringeDivision. Sin da piccola ha nutrito la passione per i libri di Patricia Cornwell ed è molto incuriosita dalla medicina legale. Da un paio d’anni a questa parte, ha quadruplicato le serie da seguire ed è soprattutto diventata una EvilRegal accanita, grazie al fantastico Once Upon a Time e alla splendida Lana Parrilla!
Sogna di vivere a Los Angeles per respirare appieno l’aria telefilmica, anche se negli ultimi anni Vancouver sta rubando la scena alla famosa località californiana. Se non fosse che fa troppo freddo, non sarebbe male vivere lì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *