The Walking Dead – Recensione 8×09 – Honor

Se un tempo The Walking Dead ci offriva almeno dei season (e mid season) premiere e finale decenti, ora neanche più quello. Questo “Honor” riprende esattamente da dove avevamo lasciato ed è incentrato sull’addio a Carl, personaggio regular sin dalla prima stagione dello show, morso da un walker e – diciamolo – brutalmente fatto fuori dalla produzione senza ragione alcuna.
Per un episodio che vuole essere emozionante e in un certo senso sia conclusivo di un capitolo che spiraglio aperto per qualcosa di nuovo, questa 8×09 fatica a raggiungere i suoi scopi e l’eccessiva lentezza – assieme a poco da dire – non aiuta. Tutto troppo stiracchiato, insomma, come troppo spesso accade quando si parla di questo serial AMC.
Chandler Riggs, che abbiamo visto crescere, dà il suo addio ad una serie che gli ha permesso di muovere seriamente i primi passi nello show business; una serie amata ma anche molto criticata, che lo sbatte ora fuori senza troppi complimenti. Il suo Carl è stato uno dei personaggi più odiati: dai più apostrofato poco gentilmente, il ragazzo in realtà ha subito un percorso di crescita non di poco conto, ma un po’ nell’ombra rispetto ad altri. Da bambinetto ingenuo e a tratti inconsapevole del nuovo stato delle cose, Carl è pian piano diventato un giovane uomo altruista che – diciamolo – ha trovato la morte in un modo davvero insensato e che poco gli rende giustizia. Se proprio gli autori ci tenevano a metterlo fuori dai giochi, potevano almeno trovare un modo migliore per farlo! E così in “Honor” lo vediamo prima assaporare quel poco di vita che gli rimane e poi dire addio ai suoi cari: più toccante e riuscita la prima parte della seconda, forse anche per una certa ripetitività che fa pesare l’effettivo addio al mondo del piccolo Grimes.
Rick, del canto suo, è fortemente destabilizzato da questa perdita che lo tocca come forse mai prima d’ora: come reagirà l’ex sceriffo? Attacco o difesa? In fondo non sono stati i Saviors a causare questa disgrazia e, anzi, forse Negan ne sarà addirittura un po’ dispiaciuto! Resta forse nella sua testa, e in quella dello spettatore, il discorso più che sensato messo in bocca  a Carl, il “dovrà esserci per forza qualcosa dopo” che lo sceriffo troppo spesso sembra ignorare.
Per il resto, in “Honor” assistiamo al riuscito tentativo di Carol e Morgan di liberare Ezekiel dai suoi carcerieri. Nulla di particolarmente rilevante o emozionante, se non per il curioso cambio di rotta di Morgan, che un giorno è pacifista e l’altro no. E questo era decisamente l’altro. Diciamo solo che a volte il character development in The Walking Dead fa un po’ cilecca…
Insomma, per essere una mid season premiere la 8×09 è troppo lunga, noiosa e ben poco emozionante. Le visioni di un futuro migliore, tornate imperterrite, sono ancora ai limiti del ridicolo (un Rick mezzo anziano e malandato e il resto della ciurma pressoché uguale!) e l’idea di far fuori Carl – che poteva ben essere il successore del padre -, che ora pare azzardata, molto probabilmente in futuro ci sembrerà peggio e anche gli autori la rimpiangeranno. The Walking Dead non può sperare di continuare a piazzare qualche morte ad effetto e a promettere grandi scontri per coprire la carenza di idee ma, dati gli ascolti in calo, questo stratagemma sta evidentemente smettendo di funzionare.

Vi lascio con il promo del prossimo episodio:

About Clizia Germinario

Grande appassionata di cinema, serie tv e cucina, ho iniziato ad avvicinarmi al mondo dei telefilm a fine anni ’90, ma ne sono diventata addicted solo diversi anni dopo. Non ho un genere preferito, pur avendo una spiccata predilezione per gli show (come i film, del resto!) che parlano di vampiri e licantropi o, più in generale, di soprannaturale: non per niente il mio serial preferito è l’ineguagliato “Buffy the Vampire Slayer”.

Check Also

The Walking Dead – Confermato il salto temporale nella 9^ stagione

Preparatevi a vedere un Rick Grimes più vecchio quando The Walking Dead tornerà con la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa i cookie. Chiudendo questo avviso, scorrendo o cliccando acconsenti all\'uso dei cookie da parte di Google. Per Maggiori Informazioni | Chiudi