The Witcher

The Witcher – Rispondiamo a qualche domanda

Dall’uscita del trailer di The Witcher, l’attenzione di milioni di persone si è concentrata sulla serie Netflix e sono circolate alcune domande ricorrenti a cui noi proveremo a dare delle risposte speriamo esaustive.

Il trailer ufficiale in italiano di The Witcher

The Witcher seguirà i libri o i videogiochi?

Malgrado in questi mesi sia stato ribadito più di una volta in diverse interviste e dichiarazioni degli showrunner, della stessa Lauren S. Hissrich, questa domanda ha ripreso vigore dopo la presentazione della serie al SDCC.

The Witcher
Henry Cavill in una scena tratta dal trailer.

La risposta è molto semplice: The Witcher seguirà solo ed esclusivamente i libri.

I videogiochi prendono solo spunto dallo svariato universo creato da Sapkowskj per adattare nuove e inedite vicende di taglio ovviamente più ludico.

Che differenze ci sono fra libri, videogiochi e serie?

Fra i libri e la serie non dovrebbero esserci sostanziali differenze. “L’ultimo desiderio”, per esempio, è uno dei racconti contenuti nel primo libro che sarà sicuramente presente nella prima stagione.

La Ciri che appare nella serie sembra più grande rispetto a quella indicata nei libri e questo potrebbe (il condizionale è d’obbligo) aver modificato alcuni passaggi dei libri.

I videogiochi non avranno nessuna colleganza con The Witcher Netflix. Non sappiamo se i costumisti hanno preso ispirazione per gli abiti del Witcher dai giochi, ma a sensazione ci sentiamo di escluderlo.

Anya Chalotra è Yennefer.

I primi due libri sono raccolte di racconti ed è quindi logico aspettarsi un qualche tipo di adattamento (in accordo con Sapkowskj che è parte di questo progetto) per legare le varie vicende.

Perché Geralt di Rivia ha solo una spada?

Anche a questa domanda abbiamo risposto, dedicando un pezzo sull’argomento, ma rispondiamo volentieri anche in questa sede.

The Witcher possiede effettivamente sia nei libri che nei giochi 2 spade: una d’acciaio e una d’argento ricoperta di rune magiche.

La differenza sta nel fatto che mentre nei libri il Witcher gira solo ed esclusivamente con la spada d’acciaio, mentre quella d’argento resta al fianco di Roach, il cavallo di Geralt, nel videogioco appaiono entrambe sulla schiena dello strigo per ovvie ragioni di gameplay.

La spada dello scandalo…

The Witcher avrà un seguito? Quante stagioni sono previste?

Allo stato attuale, ufficialmente non abbiamo notizie su un rinnovo della serie TV. Sono circolate però molte voci che indicano che Netflix, a meno di una colossale bocciatura da parte degli abbonati, abbia già tutto pronto per rinnovare la serie per una stagione 2 e forse 3.

Su quante stagioni servano per coprire l’arco temporale dei libri di The Witcher e chiudere in qualche modo la parte letteraria, è difficile rispondere. Se ci basassimo su 1 stagione/2 libri si potrebbero ipotizzare 4 stagioni per completare la saga.

Perché Yennefer sembra più giovane rispetto all’adattamente ludico e ai libri?

Yennefer si presenta già nel racconto “l’ultimo desiderio” come una potente maga. Alcune scene tratte dal trailer la vedono invece impegnata nel suo percorso per diventare maga.

Anya Chalotra sembra effettivamente una scelta abbastanza coraggiosa, ma a detta degli showrunner anche la migliore per essere riuscita a rendere perfettamente lo stato d’animo di una donna difficile da amare, cinica e che non si fa scrupoli nell’utilizzare le persone per i propri scopi personali.

Una scena di the Witcher.

Apparentemente giovane, Yennefer ha in realtà un centinaio di anni e molti difetti fisici che la maga ha corretto con l’uso della magia, pratica utilizzata da quasi tutte le maghe.

Ci saranno i mostri descritti nei libri e nei giochi?

Il trailer è stato abbastanza avaro con i mostri, ma se la serie seguirà i libri, di mostri ce ne saranno di ogni tipo. Dai mutanti ai Draghi passando per le kikimore (il mostro che The Witcher affronta a fine trailer è una kikimora) e per finire con i Djin, la serie non potrà fare a meno dei mostri che sono parte essenziale dei libri di Sapkowskj così come lo è la magia.

Uno dei mostri con cui The Witcher avrà a che fare.

The Witcher sarà una serie adatta ai bambini?

La serie TV non sarà adatta ai bambini. Anche nelle ultime dichiarazioni pre trailer, Lauren S. Hissrich ha tenuto a confermare che la serie, sia per le tematiche che per le scene di violenza e quelle di sesso, sarà adatta a un pubblico adulto, quindi la risposta in questo caso è: no, non sarà una serie per tutti.

Certi di aver risposto solo a una piccola parte delle domande di coloro che si stanno avvicinando al mondo di The Witcher, potete fare altre domande nei commenti all’articolo e cercheremo in collaborazione con la pagina The Witcher Series Italia che ringraziamo, di rispondere a tutti.

Mettete like se non l’avete fatto alla nostra bellissima pagina Serial Crush!

Michele Li Noce

Nato nell'universo alternativo di Fringe diversi secoli fa.
Mio padre alternativo mi ha iniziato alla visione delle serie tv fin dal 1975 con Kojak.
Da quel momento le serie TV sono entrate nella mia vita.
Top 5: Castle, Fringe, X files, Game of Thrones, Once upon a time.
Hobby: Archeologia, misteri, cinema, anime e manga, lettura e scrittura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *