This Is Us – Recensione 3×03 – Katie Girls

Avanti e indietro sulla stessa linea temporale, Katie Girls ci riporta a dove il primo episodio di This Is Us ci aveva lasciati: Jack Pearson con un mazzo di fiori  tra le mani e pronto ad incontrare  Rebecca e la scelta di lei che incredibilmente ricade su un altro.

Scegliere un altro, quando si può avere nella propria vita Jack Pearson è pura eresia, ma di fatti sappiamo che alla lunga Rebecca si è ravveduta e ha preso la decisione giusta.
In questo episodio vediamo una Bec diversa, quasi inedita. Il suo spirito non è assolutamente cambiato, incapace di attenersi ad uno standard di donna mite, assolutamente feroce nelle sue scelte e sempre sopra le righe. La vediamo confrontarsi con l’amore di una vita, che lei definisce passata, un amore per cui non ha battuto ciglio, quando lo ha lasciato andare.

Scegliendo Alan non sarebbe mai stata se stessa, avrebbe preso sempre decisioni dettate dall’ego di lui, imposte dal suo essere imperturbabile e tenace nella direzione da prendere, al contrario di Jack.
Abbiamo sempre visto il personaggio interpretato da Milo Ventimiglia come fermo e ben orientato, ma solo in questo episodio abbiamo capito che questo suo lato si è sempre limitato ai suoi affetti. Solo insieme a Rebecca riesce a trovare una via, anzi entrambi riescono a trovare una direzione e a far collimare la mancanza di ambizione di Jack con l’esaltazione della sua futura moglie.
Ancor più sconvolgente è il discorso della madre di Alan, e spero voi abbiate riconosciuto Jane Kaczmarek (in un’altra vita la madre di Malcolm), che invita Rebecca a seguire il suo istinto, lasciare tutto per quello sconosciuto, che sarebbe diventato l’amore della sua vita.

Più avanti nel tempo invece ritroviamo i Big Three adulti.
Ormai consolidato come una movie star, Kevin è fiero di essere la soddisfazione della sua famiglia, ma manca pur sempre quel pezzo, suo padre.
Episodio dopo episodio diventa chiaro come questa ferita sia sempre più aperta e impossibile da ignorare, l’unica cura, l’unica sutura è trovare delle risposte alle domande che non ha mai avuto la maturità di porsi. Sembra ovvio come si concretizzerà il suo flashforward  e in questo caso e Zoe in questo caso sarà la sua guida.

Intanto vediamo Kate rapportarsi con la sua operazione. Come avevamo ipotizzato nello scorso episodio le parole della sorella hanno fatto breccia nel cervello di Randall e lo hanno consumato a forza di ripensarci. Il confronto era scontato e non abbiamo aspettato molto nel vederlo, ma non ci aspettavamo la risposta di Kate.
Ferita, impaurita e destabilizzata ci mostra cosa si cela dietro questo personaggio controverso, rendendosi protagonista dell’episodio. Il titolo ce ne aveva già dato un’idea, ma vederla rapportarsi con le tre sé, che abbiamo conosciuto,è stata una sorpresa ben accolta.


È scontato pensare sempre al lato di Kate egoista, senza pensare a quella bambina meravigliosa con la luce negli occhi che stravede per suo padre. Il passaggio tra la ragazzina di 10 anni alla trentottenne si concretizza nella depressione della Kate adolescente, nella sua rabbia repressa e nel suo senso di colpa.
Come Kevin fa i conti col voler disperatamente sapere se suo padre sarebbe stato fiero di lui, Kate non riesce ad essere felice dopo la sua morte.
Non può lasciarsi andare a causa del suo senso di colpa devastante e solo riguardando la bambina spensierata che desiderava essere una cantante capisce di meritarselo finalmente.
Da una parte sappiamo che questo personaggio non vedrà giorni migliori, con la depressione di Toby, ma sapere che è riuscita a permetterselo ci fa prendere un sospiro di sollievo, rendendosi conto che ha tutte le motivazioni per farlo.

Anche Randall, d’altro canto, non vedrà giorni felici. Finalmente ha raggiunto la consapevolezza di portare avanti un pezzo di suo padre, non meramente biologico, ma il suo spirito, il suo essere un supereroe. Il problema sopraggiunge nel vedere Beth licenziata, proprio nel momento in cui ha scelto di candidarsi nel consiglio comunale.
Siamo sicuri che questo plot twist porterà interessanti intrecci, che insieme a voi non vediamo l’ora di scoprire.

Nel frattempo commentate con noi e passate dalla nostra pagina amica This is Us – Italia.

About missdanastood

Mi dicono che parlo troppo e ho provato a stare zitta, ma dite che una che ha messo in difficoltà pure Kit Harington ce la possa fare? Sono fatta al 100% di caffeina e citazioni di It's Always Sunny in Philadelphia

Check Also

Grey's Anatomy

Grey’s Anatomy 16 – C’eravamo tanto amati

Abbiamo ancora bisogno di nuove stagioni di Grey's Anatomy?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *