Attack on Titan – Recensione 3×01 – Segnali di Fumo

0
11

Era il 2013 quando per la prima volta venne trasmesso il primo episodio di Shingeki no Kyogin o Attack on Titan (lett. l’Attacco dei Giganti) trasposizione anime del manga di Hajime Isayama tutt’ora in corso. L’anime conquistò facilmente il popolo della rete grazie ad una storia avvincente e carica di emozioni. Sono certa che chiunque l’abbia visto, abbia cantato almeno una volta a squarciagola la sigla di apertura!

Sono passati 5 anni e Attack on Titan giunge alla sua terza stagione. L’episodio si apre con una visione di Eren decisamente cresciuto (l’avete notata anche voi la chioma mossa dal vento?) che in piedi, davanti al mare, si domanda cosa ci sia oltre. Si tratta ovviamente di una visione futura e dopo una sigla di apertura decisamente più calma e melodica rispetto a quelle che l’hanno preceduta, veniamo nuovamente catapultati a dove avevamo lasciato Eren e la sua squadra alla fine della seconda stagione.

Il nostro protagonista è impegnato in qualcosa di avvincente e difficile allo stesso tempo: le pulizie di casa. Munito di una scopa ed un fazzoletto in testa come la più attenta delle casalinghe si accinge a debellare i germi e la polvere da quello che è il loro rifugio. La richiesta viene direttamente da quel germofobico di Levi che nonostante sia alto uno sputo e una golia riesce a farsi rispettare e mettere tutti in riga solo con uno sguardo. Ma Eren gli è sempre stato così ubbidiente o mi sono persa qualcosa?

E mentre il ragazzo si dedica alle pulizie, forse per dimostrare che Attack on Titan vuole distanziarsi dagli stereotipi della società, Mikasa rientra in casa dopo aver spaccato un po di legna, dimostrando ancora una volta di poter tenere testa e avere la meglio su qualunque essere di sesso maschile li presente. Peccato che perda tutta la sua “femminile virilità” ogni volta che Eren si trova nei guai.

Veniamo a scoprire che la squadra, capitanata da Levi si è rifugiata in quel casale allo scopo di proteggere Eren e Christa, il cui vero nome è Historia figlia illegittima di Rod Reiss che aveva governato dal 845 al 850. La gendarmeria infatti li vuole catturare entrambi vivi anche se non ci è ancora dato sapere il loro reale scopo.

Ben presto il loro rifugio viene scoperto e fanno appena in tempo a fuggire eliminando le loro tracce. Decidono quindi di recarsi a Trost, che poi è la città dove si trovano quelli che vorrebbero fargli il cu…. ma come si dice, nessuno cerca nel posto più probabile? E infatti li aspettavano al varco e fanno appena in tempo a mettere piedi in città che degli uomini catturano Eren e Historia. No aspettate un attimo, ma quello è Jean-faccia da cavallo che si sta fingendo Eren? E non sembra affatto felice della cosa, allora se quella non è Historia….c’è solo una persona che avrebbe potuto fingersi lei: Armin, figlio illeggitimo di He-man e Raffaella Carrà ed essere meno virile di tutto Attack on Titan, che sembra più femminile della stessa Historia.

Il loro travestimento rischia di saltare ma per fortuna gli altri compagni sono pronti ad intervenire per portarli in salvo, prima che il povero Armin debba dire addio alla sua purezza.

Mentre i veri Eren ed Historia a bordo di una carrozza stanno attraversando la città, Levi ed altri compagni li osservano dai tetti pronti ad intervenire in caso di pericolo. Peccato che il pericolo si trovi invece alle loro spalle e il capitano fa appena in tempo a sottrarsi che un uomo con il cappello e armato fino ai denti svuota il suo caricatore sui compagni. Levi sembra conoscere quell’uomo e si rivolge a lui con il nome di Kenny. Del rapporto tra i due verremo a saperne di più sicuramente nei prossimi episodi io però vorrei soffermarmi un attimo sull’ultima scena e sulla sua epicità. Non sono venuti anche a voi i brividi quando dal nulla sono apparse tutte quelle persone? Prevedo uno scontro epico sui tetti di Trost.

Come primo episodio di Attack on Titan stagione 3 non posso lamentarmi, sebbene siano mancati i veri protagonisti (non vedo l’ora di rivedere i giganti e le loro movenze da ballerine sotto effetto di funghi allucinogeni) questa nuova stagione promette bene e chissà che non ci faccia scoprire qualcosa in più sul passato dei personaggi.

Attack on Titan torna la prossima settimana ed io sarò di nuovo qui a recensirlo.

Seid ihr das Essen?
Nein, wir sind der Jäger!

Vi invito a passare nella stupenda pagina di Shingeki no Kyojin – L’attacco dei giganti per essere sempre aggiornati su ogni news sulla serie!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here