Damien – Recensione 1×09 – The Devil You Know

0
1

Sarà che a me le scene dove c’è gente sepolta mi mettono sempre tanta ansia, ma quando Damien sta dentro quella fossa legato come una salsiccia con tutti quei demoni che gli girano intorno, santo cielo, avevo il cuore in gola. Questa forza misteriosa e malvagia che da sempre circonda Damien, finora rimasta un po’ in disparte, finalmente comincia a far sentire la sua presenza, accanendosi su tutti senza distinzione. Non importa se sei un seguace del Diavolo e fino ad ora hai protetto suo figlio, il Male non guarda in faccia nessuno, non fa preferenze, è equo. Ed è per questo che fa tanto paura. Non servono a nulla soldi e sacrifici, se sei sulla su strada vieni tranciato o impalato in questo caso.

Damien

Glen si meriterebbe un applauso di venti minuti per aver riportato in auge un tipo di Male che oserei quasi definire primordiale. La sua visione dell’horror si basa più su una dimensione psicologica, e questo ci sta che può annoiare, ma bisogna dargli atto del fatto che è stato in grado di amalgamarla perfettamente con il classico horror. E secondo me non è un caso che proprio in questo episodio assistiamo a un incremento del Male, dato che è stato diretto da Jennifer Lynch (Quantico e The Walking Dead), che ha lavorato nella serie horror South of Hell (se non l’avete visto dovete assolutamente recuperarlo!), che un po’ me l’ha ricordato, soprattutto per le ambientazioni molto scure.

Damien

Damien

Nella scorsa recensione avevo dato Veronica, la figlia di Ann, per spacciata. Come avrei voluto avere ragione, visto che le è toccato un destino anche peggiore di una pallottola nell’addome. Ma d’altronde capisco, in un film horror morire perché ti hanno sparato non dà onore, meglio andarsene per soffocamento a causa di un ramo di un rovo posseduto che ti entra dentro dalla ferita e ti fuoriesce dalla gola. Capisco che lo scopo era quello di far capire ad Ann che sta giocando con forze che sfuggono al suo controllo, ma sinceramente non ho capito perché hanno deciso di farla fuori in questo modo, cretino e inquietante allo stesso tempo, è molto meglio essere sbranati da un cane.

Damien

L’unica spiegazione che mi riesco a dare è che davvero volessero omaggiare un grande dell’horror, Sam Raimi (qui l’articolo), ma l’hanno gestita male. Se al posto di una povera ragazza ferita questi rami avessero fatto fuori una di quelle che aiutava Suor Greta, la scena avrebbe acquisito tutt’altro significato e bellezza, mentre così rimarrà per sempre legata a una scena inutile. E non ho capito nemmeno se è stato Damien ad animare questo rovo, quando ha liberato il suo potere, o se questa forza maligna lo segue costantemente e ad un certo punto ha in qualche modo bisogno di nutrirsi.

Damien

How can you devote your life to a God like that?”, già, ce lo chiediamo un po’ tutti. Damien, come ultimo tentativo, decide di affidarsi a Suor Greta per risolvere questa situazione, grande errore, l’Alto Passero di Game of Thrones sarebbe stato di certo più magnanimo di lei! Che la suora, e precisiamo che in realtà non è stata mandata dal Vaticano, fosse una persona senza mezze misure l’avevamo capito quando ha preferito lasciare dissanguare Veronica purché le desse qualsiasi informazione, piuttosto che portarla in ospedale. Se in questo telefilm i buoni sono coloro che asportano il pezzo di pelle dove c’è il magic number senza nemmeno l’ombra di un’anestesia, per vedere cosa c’è sotto e ti legano con una corda di spine per poi buttarti in una fossa, come a ricreare la Passione di Cristo, mentre loro pregano… beh, non oso immaginare come saranno i cattivi quando arriveranno.

Damien

Che sia stata la paura, il dolore o semplicemente la rabbia, Damien sprigiona un potere che non avevamo mai visto interamente, ma solo accennato, e si libera delle spine. Esce dalla fossa e pugnala sorella Greta con il pugnale di Megiddo, nello stesso punto in cui lei lo aveva pugnalato. Probabilmente il primo vero atto da Anticristo. Nel frattempo il suo potere sembra risvegliare o rinvigorire questa forza maligna, almeno così credo perché non si capisce bene, che si manifesta, come detto prima, con il ramo che trafigge Veronica e con la comparsa della bambina con un solo occhio a casa di Damien, dove si trova il Shay, che spaventato dalle parole del figlio, è andato a investigare ulteriormente.

Damien

Lunedì prossimo ci sarà il finale di stagione e sinceramente non so cosa aspettarmi se non un Damien e una Ann davvero, davvero, davvero arrabbiati. Dopo la scena finale di questa puntata una su tutte è la domanda più pregnante, Damien ha accettato di essere l’Anticristo? Io spero che il finale di stagione ci doni una risposta chiara.

Vi saluto con il promo e come sempre vi invito a passare dalla pagina Damien Italia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here