Il Telefirelli – Presentazione

0
481

Telefirelli_1

Quante volte vi è successo di essere presi in giro per aver sbagliato un termine? Quante volte siete stati apostrofati con un perentorio <<Guarda che non si dice così>> per aver chiamato il pilot “la prima puntata della serie“? Oppure, vi è mai capitato di dire <<Ieri ho finito la seconda serie>> suscitando le ire della vostra amica telefila che è partita con una conferenza lunga due ore sul quanto sia sbagliato confondere la “stagione” con la “serie”?
Forse non avrete voglia di ammetterlo, ma sappiamo che almeno una volta nella vita vi è successo – ok, lo ammetto, forse è successo anche a me quando ero alle prime armi – e se siete stanchi di essere vittime di ramanzine noiose e allo stesso tempo avete voglia di fare chiarezza su alcune lacune telefilmiche, questo è esattamente il posto che fa per voi. Se ci pensate bene, ogni settore ha il suo linguaggio specifico ed i telefilm non sono da meno.
Più nello specifico, cos’è il Telefirelli?
È una vera e propria Enciclopedia dei telefilm, nella quale non solo verranno riportati i termini specifici con le dovute definizioni, ma verranno anche spiegati tutti i concetti un po’ più ostici che spesso si fatica a comprendere.
Con cadenza bi-settimanale, a partire da lunedì 27 ottobre, ogni articolo del Telefirelli si concentrerà su un argomento specifico e lo snocciolerà dando delucidazioni nel dettaglio su ogni termine ad esso collegato.

Previous articleAHS: Freak Show – Recensione 4×03 – Edward Mordrake I
Next articleChicago PD – Recensione 2×05 – An Honest Woman
Top 5 : Banshee, Twin Peaks, Son of Anarchy, Homeland, Downton Abbey.Nata e cresciuta in mezzo al verde e alla campagna nel lontano 1990, Jeda sviluppa sin da piccola l’innata capacità di stare ore ed ore seduta di fronte un qualsiasi schermo a guardare serie tv - che, in età infantile, erano cartoni animati. È una dote che le tornò utilissima con l’avvento dello streaming, riuscendo a vedere telefilm senza stancarsi mai, ignorando completamente lo studio e i risultati si vedono: fuoricorso da circa mille anni, la sua preoccupazione principale è quella di riuscire ad essere in paro con i recuperi, almeno una volta nella vita. Le piace leggere, scrivere ed ha una passione quasi ingestibile per le cose oscene.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here