Lucifer – Recensione 3×12 – All About Her

0
7

Finalmente Lucifer rientra nel vivo e, dopo un episodio che aveva fortemente spezzato la tensione accumulata, ci riporta al confronto tra Mr. Morningstar e Caino. “All About Her” ha il pregio, come sempre accade in questo show, di far procedere su due binari paralleli la parte più seriosa e quella più comica della vicenda: se il caso della settimana – non certo tra i più memorabili – vede Lucifer dannarsi per riconquistare la benevolenza di Chloe, Dan mostrare insospettate doti da surfista e Charlotte ed Ella stringere un’insolito alleanza, ed anche il trio Amenadiel/Linda/Maze dà le sue soddisfazioni, è sul duo Lucifer/Caino che gli occhi di tutti sono puntati.
Gli autori hanno infatti il tatto, dopo il tempo infinito passato ad attendere il Sinnerman, di far scoprire le carte al nuovo arrivato: non solo Caino/Pierce non è causa della scomparsa del volto del diavolo e del riapparire delle sue ali, ma addirittura si è spinto a Los Angeles guidato da un solo scopo: morire. E chi meglio di Chloe, aveva pensato il nostro, e cioè colei in grado di rendere mortale il signore degli Inferi, avrebbe potuto soddisfare un simile desiderio? Purtroppo per lui le cose non sono così semplici ed immediate… L’insolita alleanza dei due contro Dio, frutto in parte delle elucubrazioni mentali e delle arbitrarie deduzioni del nostro, è il culmine di un buon episodio che si distingue – era ora! – per la rapidità degli accadimenti e delle spiegazioni: un netto cambiamento rispetto ad uno show che ci ha visti penare (per certi versi senza successo) per il rapporto tra Lucifer e Chloe e poi per la storyline del Sinnerman.
C’è però da dire che questa apparente facilità con cui gli autori sembrano aver rimesso a posto tutti i pezzi del puzzle, fa un po’ storcere il naso: dopo tanto tempo a temere ed attendere il faccia a faccia contro quello che sembrava un avversario formidabile, tutto si ribalta e l’attenzione è tutta su Caino, che liquida in due frasi la faccenda riguardante il suo leccapiedi. Troppo comodo o, almeno, ingiusto.
“All About Her” segna anche il tentativo di un impacciato Lucifer di riconquistare Chloe: sebbene i reciproci sentimenti non siano più così chiari (l’attrazione tra i due sembra in parte scemata) è bello vedere finalmente il nostro darsi da fare per riavvicinare la Detective, ultimamenteun po’ trascurata. E qui spunta un’altra piccola critica da fare: perché far avvicinare tanto i due, bittare lì il fatto che la donna sia una sorta di artificio divino messo sulla strada del Diavolo e poi far involvere così tanto il loro rapporto? Un vero peccato…
In sostanza Lucifer continua ad essere uno show piacevole da guardare, ma che ha in parte perso quel quid che lo caratterizzava: è necessario rimettersi in carreggiata per recuperare terreno ed andare in una direzione precisa, perché il serial merita ed ha le carte in regola perpotersi risollevare.

Vi invito a passare da Lucifer Italy e vi lascio con il promo del prossimo episodio:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here