Il SDCC 2020 a rischio a causa del coronavirus?

0
20

Mancano ancora cinque mesi al più atteso raduno annuale per gli amanti delle serie tv, il San Diego Comic Con. Tuttavia, le recenti preoccupazioni internazionali determinate dall’epidemia di coronavirus potrebbero avere un impatto negativo sulla fiera.

coronavirus

Gli organizzatori e gli studios stanno infatti monitorando con attenzione la situazione per valutare la possibilità di cancellare la convention. Uno degli esecutivi di uno dei principali studios, che ha preferito rimanere anonimo, ha dichiarato: “per il momento aspettiamo e stiamo a vedere.

Un secondo esecutivo, il cui nome pure non è stato reso noto, ha sottolineato che manca ancora diverso tempo al San Diego Comic Con. Pertanto, è “troppo presto” per ipotizzare cambiamenti di strategia, in quanto l’impatto del coronavirus sugli USA è ancora ignoto. Un altro esecutivo gli ha fatto eco, affermando: “saremmo irresponsabili a non pensarci. Ma è troppo presto per prendere questa decisione.

In una dichiarazione rilasciata a TvLine, un rappresentante per il SDCC ha dichiarato che l’organizzazione “sta lavorando con le autorità per quanto concerne la situazione COVID-19 e continua a monitorarla da vicino.

La fiera rappresenta uno dei maggior introiti commerciali per la città di San Diego. Si stima infatti che l’anno scorso abbia generato $149 milioni a livello di impatto regionale sulla città. L’autorità del turismo locale ha affermato che è ancora troppo presto per valutare se ci sarà un impatto sul numero di visitatori; infatti, gli hotel iniziano a prendere le prenotazioni per quella settimana a partire da aprile.

Quest’anno il San Diego Comic Con dovrebbe tenersi da giovedì 23 luglio a domenica 26 luglio. La fiera detiene il Guinness dei Primati come più grande convention dedicata alla pop culture del mondo. Solo lo scorso anno si stima che vi abbiano partecipato 135’000 persone provenienti da oltre 80 Paesi.

Nel corso dell’evento, i fan passano molto tempo in coda o prendendo parte a panel con attori e/o produttori. Non mancano inoltre numerosi contatti ravvicinati quali strette di mano, abbracci e photo op. La preoccupazione appare quindi legittima.

Per dirla con le parole di Bryan Fuller, storico partecipante del SDCC, “onestamente, ho sempre immaginato che ci fossero rischi per la salute partecipando al San Diego Comic Con.

Vi terremo aggiornati sugli sviluppi della situazione.

Fonte

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here