Stranger Things – Nel primo teaser facciamo nuovi incontri

0
3

Terra, America, Indiana, Hawkins: nella terza stagione di Stranger Things, la fittizia cittadina sarà protagonista di una nuova invasione.
In questo caso ad invadere Hawkins sarà il progesso, sotto forma di centro commerciale.

Netflix ha fatto partire la campagna pubblicitaria per Stranger Things (che purtroppo non vedremo fino alla prossima estate) rilasciando un primo teaser trailer meraviglioso, che sembra uscire da una pubblicità anni 80. Il teaser è incentrato nel nuovissimo centro commerciale di Hawkins, lo Starcourt Mall.

All’interno dello Starcourt Mall gli abitanti di hawkins potranno trovare negozi per tutti i gusti, da Gap al Burger King, da Waldenbooks a Sam Goody. E, se affaticati dagli acquisti, potranno rilassarsi gustando un gelato da Scoops Ahoy, dove lavora, indovinate chi?

 

Sì, proprio Steve, con un improbabile outfit da marinaio. Il produttore esecutivo Shawn Levy ci aveva promesso che nella terza stagione di Stranger Things Steve avrebbe avuto molto più spazio e, dopo averlo visto nei panni di “papà”, siamo curiosi di sapere che cosa gli riserverà la nuova stagione.

Al suo fianco troviamo una ragazza, Robin, interpretata da Maya Hawke (figlia di Uma Thurman e Ethan Hawke). Di lei si sa ben poco, se non che si tratta di una ragazza intelligente ma anche molto alternativa.

Il nuovo centro commerciale che ruolo avrà all’interno della terza stagione di Stranger Things? È difficile fare previsioni ad un anno dall’uscita della nuova stagione, ma è facile sospettare che lo Starcourt Mall diventerà un nuovo punto di incontro per i ragazzi – e, di conseguenza, un potenziale luogo pericoloso.

Previous articleLes Misérables – Prime foto di alcuni personaggi
Next articleThe Walking Dead – Più Daryl e un’aggiunta al cast nella 9^ stagione
Top 5 : Banshee, Twin Peaks, Son of Anarchy, Homeland, Downton Abbey.Nata e cresciuta in mezzo al verde e alla campagna nel lontano 1990, Jeda sviluppa sin da piccola l’innata capacità di stare ore ed ore seduta di fronte un qualsiasi schermo a guardare serie tv - che, in età infantile, erano cartoni animati. È una dote che le tornò utilissima con l’avvento dello streaming, riuscendo a vedere telefilm senza stancarsi mai, ignorando completamente lo studio e i risultati si vedono: fuoricorso da circa mille anni, la sua preoccupazione principale è quella di riuscire ad essere in paro con i recuperi, almeno una volta nella vita. Le piace leggere, scrivere ed ha una passione quasi ingestibile per le cose oscene.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here