Stranger Things – Quali film anni 80 guardare

1
12

Abbiamo atteso a lungo il ritorno di Stranger Things e, dopo una seconda stagione un po’ deboluccia, i fratelli Duffer ci regalano una terza stagione potentissima, ricca di emozioni e colpi di scena.

Non mancano nemmeno le citazioni di film e telefilm cult anni 80, ormai marchio di fabbrica della serie tv. Dunque, quali film guardare, se avete amato questa terza stagione? I riferimenti sono moltissimi (non solo ai film e alle serie tv ma, più in generale, alla cultura pop di quegli anni), ma ce ne sono alcuni decisamente più espliciti e ricorrenti, che ogni amante di Stranger Things e degli anni 80 non dovrebbe perdersi.

L’INVASIONE DEGLI ULTRACORPI (Don Siegel) /TERRORE DALLO SPAZIO PROFONDO (Philip Kaufman)
L’ironia del caso vuole che iniziamo con un film anni 50 e con il suo remake del 78, capolavoro assoluto del cinema fantascientifico e fonte di ispirazione per tutta la terza stagione. Un’invasione aliena minaccia la città: gli extraterresti si sono insediati e hanno clonato gli esseri umani. Come nel film del 78, anche in Stranger Things vengono usati dei “baccelli” e, se nel film sono dei fiori, in questo caso sono dei ratti.
Questi sono film che vanno assolutamente recuperati!

IL GIORNO DEGLI ZOMBI (George Romero)

Stranger Things


È il film che i ragazzi vedono nella premiere, terzo capitolo della trilogia di Romero a tema Zombie, iniziata con La notte dei morti viventi e Zombi. Si tratta di un lucidissimo ritratto della società americana di metà degli anni 80, dove tutto il film viene usato come metafora. Romero è il re indiscusso del cinema zombie e, con questo capitolo finale della trilogia, detta i criteri dei film su questo genere. Stiamo parlando dell’uomo che ha inventato i film sugli zombie e di uno dei film più significativi.

RITORNO AL FUTURO (Robert Zemeckis)
A proposito di film visti al cinema nel corso della stagione, c’è davvero bisogno di presentare Ritorno al Futuro? Spero di no. E spero che chiunque su questa terra abbia visto la trilogia, ma ammettetelo: vederla a morsi e bocconi durante alcuni episodi della stagione, non vi ha fatto venire voglia di un rewatch?

LA STORIA INFINITA (Wolfgang Peterson)


La canzone che Suzie e Dustin cantano è Never Ending Story di Limahl, colonna sonora dell’omonimo film del 1984, a sua volta basata sul romanzo di Micheal Ende (che vi consiglio vivamente di leggere). La storia parla delle avventure che Atreyu deve compiere per salvare Fantàsia e l’Infanta Imperatrice dal Nulla, entità che inghiotte tutto ciò che trova sulla sua strada, e dall’incredibile e inaspettato coinvolgimento di Bastian. Ma La Storia Infinita è molto più di tutto questo, è un inno all’importanza della fantasia, dell’immaginazione e della parola.

MAGNUM P.I. (CBS)

Oltre che essere la serie tv che Hopper guarda nella premiere, è anche fonte di ispirazione per tutto l’arco narrativo di Hopper, a partire dal baffo iconico di Thomas Magnum. La serie è tra i più classici polizieschi degli anni 80, anche ricco di spunti interessanti (vi è anche un crossover con La Signora in Giallo). Forse vi sarà capitato di vederne qualche puntata nelle estati afose dai nonni durante gli anni 90, in una delle repliche mandate in onda da Italia 1.

TERMINATOR (James Cameron)


Non c’è ombra di dubbio che nella creazione di Grigori si siano ispirati e abbiano omaggiato il Terminator di Arnold Schwarzenegger, al punto tale che il sindaco Kline lo dice apertamente. Terminator è un film fantascientifico dove Schwarzenegger interpreta un robot assassino che viaggia indietro nel tempo per uccidere un nemico delle macchine.

SHINING (Stanley Kubrick)

Stranger Things

Se avete provato un forte senso di angoscia quando Nancy viene inseguita in ospedale dal suo collega, allora non potete mancare di vedere Shining, ispirazione per tutta la scena di inseguimento.

STAND BY ME (Rob Reiner)
Ci sono richiami a Stand By Me sin dalla prima stagione di Stranger Things e, quando ho visto il poster anche nella terza, il mio cuore ha avuto un battito accelerato. Stand By Me è la storia di 4 amici che, al termine dell’estate, affrontano un viaggio di due giorni a piedi per ritrovare il cadavere di un loro concittadino e diventare degli eroi.

ALIEN (Ridley Scott)
Beh, che dire? Il franchise di Alien ricorre continuamente in tutta la serie e anche questa terza stagione ha avuto diversi richiami. E allora, se non lo avete già fatto, non potete non guardare Alien (e i suoi seguiti), considerato da moltissimi il più grande film di fantascienza mai fatto.

LA COSA (Carpenter)
Viene nominato da Lucas e viene messo a confronto con il film del 51 La cosa dell’altro mondo e viene definito “più dolce, più audace, migliore”. Non saprei usare parole migliori per consigliarvelo!

GREMLINS (Joe Dante)

Stranger Things

Siete o non siete curiosi di scoprire se Suzie è meglio di Phoebe Cates? Allora non potete perdervi i Gremlins, la storia dei terribili mostrisciattoli che terrorizzano la città!

Voi quanti di questi film e telefilm cult degli anni 80 avete visto e quali avete intenzione di vedere? Fatecelo sapere con un commento! Vi ricordo di seguirci sempre sulla nostra pagina facebook!

Previous articleEverwood – Stephanie Niznik muore a 52 anni
Next articleVeronica Mars – Cosa è stato vietato a Kristen Bell?
Top 5 : Banshee, Twin Peaks, Son of Anarchy, Homeland, Downton Abbey.Nata e cresciuta in mezzo al verde e alla campagna nel lontano 1990, Jeda sviluppa sin da piccola l’innata capacità di stare ore ed ore seduta di fronte un qualsiasi schermo a guardare serie tv - che, in età infantile, erano cartoni animati. È una dote che le tornò utilissima con l’avvento dello streaming, riuscendo a vedere telefilm senza stancarsi mai, ignorando completamente lo studio e i risultati si vedono: fuoricorso da circa mille anni, la sua preoccupazione principale è quella di riuscire ad essere in paro con i recuperi, almeno una volta nella vita. Le piace leggere, scrivere ed ha una passione quasi ingestibile per le cose oscene.

1 COMMENT

  1. Ritorno al futuro, magnum p.i., terminator, shining e gremlins visti, gli altri no e non so se li vedrò.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here