The Exorcist – Farne una serie tv è una buona idea?

0
2

serie

E’ ufficiale. Da martedì 10 Maggio, la FOX ha deciso di portare avanti il progetto di produrre una serie televisiva ispirata al classico di William Friedkin, tratta dal romanzo di William Peter Blatty, The Exorcist. Prendendo spunto dalla recente tendenza di trasporre i classici del genere horror in programmi televisivi, la rete è riuscita ad intercettare Geena Davis per farle fare un’apparizione in questo racconto aggiornato, che andrà in onda sul piccolo schermo quasi 44 anni dopo il film horror che ha spaventato il pubblico di tutto il mondo.

Cerchiamo di essere onesti… la FOX ha mancato il bersaglio con la recente fiera dei classici. Il reboot di X-Files è stato difficile, Sleepy Hollow probabilmente non ce la farà ad essere rinnovato per la 4° stagione, Second Chance è affondato e Houdini and Doyle ha appena debuttato con pochi riconoscimenti stellari.

Eppure c’è stato un tempo in cui la rete era la destinazione di trasmissioni sci-fi/chicche horror. The Following era una promessa nella sua prima stagione, Fringe ha fatto un buon lavoro a colmare il vuoto lasciato da Mulder e Scully e se non fosse per le preoccupazioni del bilancio, Almost Human potrebbe ancora andare in onda mentre Minority Report potrebbe anche non essere mai accaduta.

A parte tutto questo, possiamo tranquillamente dire che la FOX ha bisogno di una serie di successo per rimettersi in gioco ancora una volta nel mondo delle serie tv. Andare avanti con questa “rivisitazione” di The Exorcist è una buona idea? Noi abbiamo dei dubbi.

Ecco la sinossi dal comunicato stampa ufficiale della FOX:

Dopo più di quattro decenni all’uscita del film, candidato all’Oscar e consolidatosi come il più grande film horror mai realizzato, The Exorcist ritorna sotto forma di una serie tv, un propulsivo thriller psicologico che seguirà le vicende di due sacerdoti molto diversi tra loro che affronteranno il caso di una terrificante possessione demoniaca che ha colpito un’intera famiglia.”

Prima di tutto, come funzionerà? No, sul serio… come funzionerà? Con Damien che ha appena concluso la sua prima stagione andata in onda su A&E e Outcast di Robert Kirkman che andrà in onda su Cinemax questa estate, esattamente come fa un’emittente televisiva a presentare una trama che sembra sia più adatta per il via cavo? Per non parlare del fatto che il tono e il ritmo del film originale di Friedkin sono caratterizzati da un andamento lento, che è duro da vendere ad un pubblico televisivo.

Mentre gli effetti del trucco sulla giovane Regan MacNeil, così come la prestazione impressionante di Linda Blair, lo hanno consolidato come uno dei migliori film horror di sempre, possiamo affermare che la serie TV ha tante cose di cui essere all’altezza.

Forse la prima cosa che deve fare la FOX è affrontare la situazione come una ricerca della fede. Friedkin ha riferito ad Hollywood Report nel 2015 che non ha mai visto The Exorcist come un film dell’orrore. Mentre i temi della fede e della religione risultano poveri di attrattiva in una serie tv, sia Lucifer che Supernatural sono riusciti a introdurre personaggi biblici nei loro mondi fantastici… e in gran parte, hanno funzionato abbastanza bene.

Ma non giriamoci intorno, il mondo ritratto in una serie che parla di esorcismi non dovrebbe essere per niente fantastico. Qui è dove camminiamo su un terreno incerto, cioè quando gli show della rete televisiva funzionano meglio quando le loro storie vengono raccontate in un mondo dove esistono cavalieri senza testa e il Diavolo lascia l’inferno per dirigere un night club ad Hollywood.

Dire che c’è molto in ballo sul successo di questo programma, almeno nel mondo dell’orrore, sarebbe un eufemismo. L’abbiamo voluta noi la serie prequel del Silenzio degli Innocenti? No. Ma Hannibal ha funzionato molto bene, almeno per i fan. Lo stesso si può dire per Bates Motel, che sta organizzando il finale della 4 stagione nel migliore dei modi possibile per ricordare Psycho.

Questi sono ottimi esempi di storie di successo sul piccolo schermo in mezzo a un mondo di dubbi. La FOX che ripropone The Exorcist è come la The CW che fa una rivisitazione di Via col vento per un pubblico del 21° secolo. Si tratta di un concetto spaventoso, ma, in questi giorni ed anni, non è qualcosa che si può completamente escludere (Dio non voglia).

Una serie sugli esorcismi funzionerà? Probabilmente no, ma siamo pronti ad essere smentiti. Da un certo punto di vista la serie racconterà la storia di una nuova famiglia, il che rende futili tutti i problemi del remake. Come anche il fatto che il tema della possessione demoniaca è uno di quelli che attirerà sempre il pubblico. La storia sarà abbastanza forte per durare un’intera stagione? Vedremo. Ci sarà la zuppa di piselli? Noi speriamo.

Il lato positivo è che almeno non sarà mai così male come The Exorcist II, o no?

E voi cosa ne pensate di questa tendenza di fare serie tv, sequel o prequel, dei grandi classici del cinema? Fatecelo sapere nei commenti!

Fonte

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here