VIP Watching – Aitana Sánchez-Gijón

5
1613

Continua il nostro viaggio alla scoperta degli attori spagnoli.

Come promesso a fine articolo su Asier Etxeandía, oggi vi parlerò di un’altra protagonista di Velvet, Aitana Sánchez-Gijón.
Devo ammettere che prima di Velvet non conoscevo Aitana, principalmente perché il suo lavoro artistico verte più sul teatro, e soprattutto sul cinema, che sulla TV. Eppure, in fin dei conti l’avevo già vista prima. Ebbene sì, Aitana non è solo un’attrice spagnola, bensì internazionale. Alzi la mano chi non ha mai visto il film del 1995 “Il profumo del mosto selvatico” (A Walk in the Clouds) con Keanu Reeves? Una giovanissima Aitana (allora aveva 27 anni) ha recitato a fianco di Reeves e di Giancarlo Giannini. Magari è un’occasione per rivedere quel film (se in lingua originale ancora meglio).

Tuttavia quello non è l’unico film conosciuto in Italia in cui ha preso parte l’attrice. Nel 2003 l’abbiamo potuta ammirare nel film di Gabriele Salvatores, Io non ho paura, in cui non solo parla italiano, ma parla in dialetto napoletano! Aitana è per metà italiana, da parte di madre, per questo conosce la lingua perfettamente. Nel 2004, prende parte al film L’uomo senza sonno (The Machinist), accanto a Christian Bale e Jennifer Jason Leigh. Nel 2008 la ritroviamo in un altro progetto italiano, il film Parlami d’amore di Silvio Muccino. Io ho avuto occasione di vederlo solo recentemente (non mi chiedete perché xD), dopo quindi averla apprezzata in Velvet, e devo dire che in quel film è davvero stupenda! Interpreta Nicole, che presto si imbatte in Sasha (Silvio Muccino), un giovane 25enne che da sempre è stato innamorato di una ragazza, Benedetta (Carolina Crescentini). Tra Nicole e Sasha nasce dapprima una bellissima amicizia, la donna lo aiuta a conquistare il suo grande amore, ma finiscono entrambi per innamorarsi nonostante la differenza d’eta.

Come ho anticipato prima, Aitana è figlia di un’italiana, è infatti nata a Roma (il 5 novembre 1968). Il padre, Ángel Sánchez-Gijón Martínez, era un insegnate di storia spagnola, mentre la madre insegnava matematica. Lui era coinvolto politicamente nel PC (in Spagna, quelli erano gli anni del regime Franquista) ed era stato prima messo in carcere e poi esiliato in Italia. Un anno dopo la nascita di Aitana, la famiglia Sánchez-Gijón ritornò in Spagna. Un aneddoto che racconta l’attrice di quegli anni è che, il giorno della morte di Francisco Franco, nonostante il caudillo fosse stato l’incubo di tutti gli spagnoli, c’era gente che piangeva… e lei non riusciva a capirne il perché, dato che in casa sua, al contrario, tutti festeggiavano.

Avendo vissuto in un ambiente ricco di cultura – ha abitato per circa 20 anni nella ciudad de los periodistas a Madrid ed inoltre è la figlioccia di Aitana Alberti, figlia del poeta Rafael Alberti -,  ha iniziato sin da piccola a frequentare l’ambiente televisivo. Il suo primo debutto in TV risale al 1986, quando aveva 18 anni, nella serie Segunda enseñanza. Nello stesso anno ottenne una particina a teatro nell’opera La gran pirueta e prese parte al film Romanza final (Gayarre).

Innumerevoli sono i suoi lavori, tra cui spiccano quelli televisivi quali Casanova (1987), El Quijote de Miguel de Cervantes (1991) e La regenta (1995) per il quale ha ottenuto il Fotograma de plata come miglior attrice televisiva ed il Premio de la Unión de Actores come miglior interpretazione, o quelli teatrali, quali Odiseo y Penélope (2006), Santo (2011), Babel (2012), La Chunga (2013), fino ad arrivare agli ultimi lavori Los cuentos de la peste (in teatro dal 28 gennaio 2015) e Medea (dal 23 aprile 2015). Per il cinema, nel 1998 ha vinto la famosa Concha de Oro (premio del Festival Internazionale del Cinema di San Sebastián) per il film Volavérunt basato sulla vita del pittore Francisco Goya.

Aitana Blanca

Il 2014 segna il suo ritorno in TV, dopo 4 anni in cui si era totalmente dedicata al teatro, con il ruolo di Doña Blanca Soto, la jefa de taller (capo costumista) della Galleria Velvet. Il personaggio di Doña Blanca è uno dei miei preferiti perché, pur essendo un personaggio secondario, è stato costruito in maniera impeccabile (come del resto tutti i personaggi in Velvet). Nonostante davanti a tutti mostri sempre il suo lato da dura, il bello di Blanca è che in realtà quella è solo una maschera che si è costruita negli anni. Il peso della responsabilità nel suo lavoro fa sì che si comporti in maniera intransigente con le sue sarte; non si fa scalfire da nessuno, forse per paura che possa mostrarsi debole, quindi preferisce conservare questa facciata da dura che la contraddistingue. Sin da subito, però, sappiamo che Blanca è piena di insicurezze. Non ci è stato ancora mostrato del tutto il suo passato, ma sappiamo che ha avuto un figlio che ha dovuto abbandonare, per poi diventare madre una seconda volta e allevare da sola la figlia Carmen. L’unica persona di cui si fida è sicuramente Don Emilio, suo compagno di lavoro sin dall’inizio. L’arrivo di Raul de la Riva prima – che inizia a farle dei complimenti – e di Max (Maxi Iglesias) poi – con cui interagisce spesso… – la fanno piano piano cambiare… E qui è d’obbligo un video fanmade! (Attenzione spoiler seconda stagione!)

A parte la bravura e la bellezza di quest’attrice, la cosa che mi piace di lei è la passione che ci mette nel suo lavoro e soprattutto la voglia che ha di promuovere l’arte nel suo paese (vedete qualsiasi intervista su youtube e lo noterete subito). In Spagna, come in Italia, c’è sempre la minaccia di tagliare i costi della cultura, ciononostante lei ed altri suo colleghi hanno fatto e fanno di tutto pur di non mollare. Ed il supporto che si danno gli uni con gli altri si può toccare con mano. Come accennavo nell’articolo su Asier, loro due sono grandi amici e spesso collaborano. Mentre cercavo materiale sullo spettacolo di Asier, “El Intérprete”, mi sono imbattuta in questo video stupendo, e adesso voglio condividerlo proprio perché in esso appare anche la nostra Aitana!

Prima di salutarvi, vi invito come sempre a passare da Velvet Italia e a condividere con noi di Serial Crush le vostre passioni telefilmiche sul nostro gruppo Innamorati delle serie TV!
Inoltre date un’occhiata alle pagine Together We Fandom e Series Generation.

5 COMMENTS

  1. Woooooow l’articolo su Aitana!!

    Anch’io come te, l’ho scoperta nella serie Velvet… o dovrei dire l’ho “riscoperta” perché infatti avevo visto i film “Il profumo del mosto selvatico” e “Parlami d’amore” e lei in entrambi i film mi era piaciuta tantissimo!! Sarò un po’ sfasata ultimamente ma quando ho visto Doña Blanca per la prima volta in Velvet, non ho collegato l’attrice ai suoi due precedenti personaggi. È solo quando Raul scioglie i capelli di Blanca e c’è quel bellissimo primo piano di lei che mi sono resa conto che era la Victoria di “Il profumo del mosto selvatico” e la Nicole di “Parlami d’amore”!!! E da quel momento mi sono segnata quel nome: Aitana Sánchez-Gijon.

    Sono d’accordo su quello che hai scritto riguardo la passione che ci mette nel suo lavoro, il suo difendere la cultura. È una cosa che mi piace molto di Aitana, come mi piace il suo essere semplice. E tra l’altro, io sono ammirativa delle capacità linguistiche di Aitana. Recitare in inglese, spagnolo, italiano…ma come fa? Tra l’altro, pure quando dice quelle poche frasi in francese in “Parlami d’amore” la pronuncia è perfetta!!

    Come ho già scritto nel mio commento sulla serie Velvet, Doña Blanca è il mio personaggio preferito. A me piacciono i personaggi “con la corazza”, quelli che non sono cristallini e piatti, ma che hanno un passato che li ha resi rigidi, e forti…e Blanca è un personaggio così, anche se in realtà è una donna buona e l’ha dimostrato in parecchie occasioni.

    Ah e prima che dimentichi, grazie per aver pubblicato il mio video nel tuo articolo!! 😉

    E se hai voglia di vedere un altro film di Aitana, in spagnolo però, ti consiglio “Maktub”. A me è piaciuto tantissimo. È un film di Natale, ma niente a che vedere con i Cinepanettoni… è davvero bello, commovente….!

    • Anche a me Blanca piace tanto per il tuo stesso motivo, è un donna risoluta che non se le manda a dire, ma nello stesso tempo è di una fragilità disarmante. Wow, non sapevo che il video fosse di un’italiana, sono ancora più contenta di averlo inserito, allora! Quindi stai seguendo la programmazione spagnola 😉 e sarai incazzata come me per come sono andate le cose…

      Corro a scaricare “Maktub” ;)!

      • Incazzata è dir poco! 😉 Sì sì, sto aspettando le nuove puntate, anzi le temo un po’… ma spero che tu sai chi tornerà: in questi giorni è circolata questa voce. Non si sa ancora se è vero o no, speriamo!

        Non avrei mai pensato che un mio video potesse ritrovarsi in un articolo di Serial Crush! Ne sono onorata, anche se devo dire che questo video non era un gran che, l’ultimo che ho fatto mi è riuscito meglio (o almeno spero ahaha) e ho proprio voluto esplorare questa fragilità di Blanca… 😉

        Prepara anche i fazzoletti per Maktub! Spero che ti piacerà! 😉

        • Nonostante ami gli spoiler, per Velvet preferisco rimanere all’oscuro, però se è quello che penso io, speriamo sì! xD
          Di questo video che ho messo mi piace troppo la canzone, di conseguenza mi piace anche il video in sé! Continua a farne, mi raccomando! 😉

          • Grazie!! 🙂 Ne ho già fatto un altro nel frattempo con la canzone “Unbreakable”…anzi dovevano essere due i video, però Youtube e Vimeo ne hanno bloccato uno: impossibile pubblicarlo tranne se tolgo l’audio (la canzone era Blank Space)…ma senza l’audio non ha proprio senso!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here