VIP Watching – Natalia Millán

0
1578

Inchinatevi alla Regina del panorama artistico spagnolo!

Correva l’anno 2004 (ammazza, pensavo di più) e su Italia 1 avevano iniziato a trasmettere Un Paso Adelante. Allora studiavo spagnolo già da un anno, ma non ero ancora entrata nella mentalità di seguire le serie in originale – ed in più non avevo proprio il tempo materiale! -, quindi non mi rimaneva altro che guardarlo in italiano (menomale che le cose sono cambiate. Il tempo non c’è tuttora, se lo avessi, avrei ripreso Paso e l’avrei rivisto sin dall’inizio, ma le serie ormai me le guardo in originale). Insomma, tutta sta premessa per dire semplicemente una cosa: per Adela Ramos, l’unica persona che potrebbe farmi piacere la danza classica, ho avuto un amore a prima vista! I problemi personali, il rapporto con Carmen (interpretata da una magnifica Lola Herrera), quello con la sorella Marta (Dafne Fernández) la rivalità con Diana (Beatriz Rico), o quella acerrima con Alicia (Fanny Gautier), l’amore con Cristóbal (Victor Mosqueira) e la passione con Pedro (Pablo Puyol)… insomma, tutte queste cose rendevano Adela un personaggio completo. [Quanto ho amato la coppia Adela/Pedro solo io lo so!] Ma oltre al lato personale, quello professionale era una meraviglia. Non dimenticherò mai la sua interpretazione di Mein Heir, né quando balla insieme a Marta in teatro o quando lei ed Alicia ballano quel tango stupendo! Questo è il ruolo che ha lanciato Natalia a livello internazionale, nonostante la sua carriera fosse già abbastanza colma di esperienze, soprattutto in teatro, uno dei suoi più grandi amori, e in TV avesse già preso parte ad una serie famosa in Spagna, El Súper, trasmessa tra il 1996 e il 1999, e poi a Policías, en el corazón de la calle, tra il 2000 ed il 2001.

Nata a Madrid il 27 Novembre 1969, Natalia inizia sin da adolescente a studiare canto, ballo e recitazione alla Escuela Superior de Artes y Espectáculos, per poi entrare, all’eta di 18 anni, alla Escuela de Ballet Nacional Español. Tra i suoi primissimi lavori a teatro troviamo due musical, My Fair Lady (1982) e Jesucristo Superstar (1984). Lungo il suo percorso teatrale ha anche toccato Lope de Vega, con l’opera Fuenteovejuna, e Shakespeare con Il Mercante di Venezia. Nel 2003, dopo Paso, insieme ad Asier Etxeandía, ha preso parte al musical Cabaret, mentre risale al 2010 il suo ruolo di Velma Kelly nel musical Chicago (io sono stata ad un teatro di distanza da lei… T__T ).

Questa è tutta la Natalia che ho potuto fotografare a Madrid...
Questa è tutta la Natalia che ho potuto fotografare a Madrid…

Finito questo progetto si butta a capofitto nell’opera di Miguel Delibes, Cinco horas con Mario, un lunghissimo monologo di una moglie, Carmen Sotillo, durante la veglia del marito defunto, ruolo che in passato era stato di Lola Herrera ma che Natalia ha saputo rendere al meglio come solo una grande attrice può fare. Mi dispiace tantissimo di non essere stata in Spagna durante i suoi spettacoli (sì, beh, per Chicago c’ero, ma non ho avuto possibilità di organizzarmi per andarci :(… quando si dice la sfiga!). Nel 2013, insieme a Marta Valverde e Alberto Vázquez, inizia il tour teatrale di ¿Hacemos un trío? Algo más que un Cabaret…, in cui i tre attori, amici sin dagli anni ’80, si presentano al pubblico raccontando un po’ la loro vita dentro e fuori le scene, alternando canzoni che hanno segnato le loro carriere teatrali. Nel 2014, invece, Natalia ritorna al teatro classico con un’opera di Francisco de Rojas Zorrilla, Donde hay agravios no hay celos, che è tuttora in scena in giro per la Spagna. A partire dal 13 maggio l’attrice inizierà un altro tour con La Viuda Alegre.

Come si può ben notare, Natalia non si ferma mai! Ama talmente il suo lavoro che praticamente si fa in quattro pur di riuscire a fare tutto! Qualche anno fa ha persino partecipato al programma ¡Mira quién salta!, il cui format in Italia ha preso il nome di “Jump!”. Per chi non l’avesse visto, era un programma in cui alcuni attori, cantanti e così via si trasformavano in tuffatori.

Per quanto riguarda le serie TV, invece, oltre alle già citate El Súper e Un Paso Adelante, una delle più famose serie spagnole dell’ultimo decennio in cui Natalia era una delle protagoniste è El Internado. Ammetto, purtroppo, di aver visto solo il pilot e mai continuato per mancanza di tempo (sempre lui c’entra!). Negli ultimi anni ha preso parte alla settima stagione della telenovela Amar en Tiempos Revueltos, alla serie Velvet nel ruolo della stronza matrigna di Alberto, Gloria Campos, ad alcune puntate di Dreamland, ed infine, adesso la possiamo ammirare, anche se da non protagonista, in El Ministerio del Tiempo nei panni di Lola Mendieta, ex agente del Ministero che si è finta morta per poter “giocare” con la storia a suo piacimento. Capiremo molto presto che non è il villian che ci vogliono far credere… Siamo ancora ai primi episodi, quindi sappiamo davvero poco di lei, ma sono sicura che ben presto la sua storia ci verrà svelata. Proprio in questi giorni, tra l’altro, dopo anni e anni che seguo Natalia, ho scoperto che ha da parecchio tempo una relazione con il suo collega Juan Gea, che nel Ministerio interpreta Ernesto. Anche in Amar avevano lavorato fianco a fianco, ma boh… non ci pensavo minimamente che potessero stare insieme.

La mia speranza è quella di riuscire a vederla dal vivo un giorno… D’altronde ci separa solo il mar Mediterraneo, non l’oceano Atlantico, quindi è più facile raggiungere la Spagna!
Per adesso, comunque, non posso far altro che ammirarla in qualsiasi lavoro faccia e le auguro davvero una strada sempre in salita, perché Artiste del suo calibro se lo meritano troppo!

P.S. Oddio, avevo dimenticato questa performance in UPA!!!

Se siete fan di Velvet, fate un salto sulla pagina facebook Velvet Italia!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here