Weekly News

1
699

Bentornati ad un altro appuntamento con la nostra dose settimanale di news!

AMERICAN HORROR STORY: COVEN

AMERICAN-HORROR-STORY--COVEN

Case infestate? Ci sono state. Suore e nazisti? Fatto. Nella terza stagione, American Horror Story sembra spaventare senza senso con una gang di sexy streghe, e non quelle che potresti trovare ad una festa di Halloween.

Per la sua terza stagione, American Horror Story della FX ha deciso di prendere un po’ di lezioni… in stregoneria. La serie creata da Ryan Murphy e Brad Falchuk, opportunamente sottotitolata “Coven”, è ambientata alla Miss Robichaux’s Academy for Exceptional Young Ladies: un’istituzione per giovani streghe a New Orleans che si maschera come una scuola privata per sole ragazze. “C’è una linea di sangue che discende dalle streghe di Salem” spiega il produttore esecutivo Tim Minear, “le famiglie mandarono spesso le loro figlie a questa scuola per imparare come controllare i loro poteri e anche sapere chi e che cosa sono.”

I pilastri di AHS, Jessica Lange e Sarah Paulson interpretano madre e figlia e mentori magici di un gruppo di giovani streghe, tra cui Taissa Farmiga di ‘The Bling Ring‘ (ma che era presente anche nella prima stagione), ed Emma Roberts di “We’re the Millers.”

La season premiere è attesa per il 9 ottobre. Non ci resta che segnare sul calendario, se ancora c’è posto!

ARROW

arrow_gustin_amellIn questi tempo di spin off anche la CW non voleva certo essere da meno e dopo lo spin off di The Vampire Diaries arriva quello di Arrow. Così è nato The Flash. Quello che però forse non sapete è come Grant Gustin sia arrivato ad ottenere questo ruolo. Ce lo spiega il produttore esecutivo di Arrow, Andrew Kreisberg il quale ha dichiarato che nessun altro ha davvero avuto una possibilità: “Grant – proprio come Stephen ironicamente – è stata la prima persona che abbiamo visto leggere il copione.

Per decidere se questa sia stata una saggia decisione dovremo aspettare gli episodi 8 e 9 della seconda stagione di Arrow, dove sarà introdotto il personaggio di Barry Allen, ma per vedere le vere possibilità di questo possibile spin off l’attesa si protrarrà fino al 20 episodio che servirà da backdoor pilot per la nuova serie, sempre se la CW arrivasse poi a ordinarla.
Questa settimana arrivano anche altre notizie sul personaggio di Barry Allen. Sempre Kreisberg ci fa sapere che l’attrattiva del nuovo supereroe è in realtà il fatto che è un uomo comune: “Il suo essere un ragazzo normale è quello che ha suscitato tanta attrazione per Greg Berlanti, Geoff Johns e me, ed è anche il motivo per cui si incastra bene col mondo di Arrow. Sebbene stiamo introducendo elementi fantasy, vogliamo anche mantenere lo show il più realistico possibile.” 

Altre 5 cose da sapere sulla seconda stagione di Arrow [ ATTENZIONE POSSIBILI SPOILER, LEGGETE A VOSTRO RISCHIO E PERICOLO ]

  1. La première vede Felicity e Diggle viaggiare fino all’isola Lian Yu per cercare Oliver. Al loro arrivo, l’attrice Emily Brett Rickards ha dichiarato: “Sono completamente meravigliati dal fatto che Oliver abbia passato 5 anni là e che abbia deciso di ritornarci. In quale razza di stato psicologico devi essere per tornare nel posto in cui hai vissuto le peggiori esperienze della tua vita e dove sei diventato un assassino?
  2. Le cose stanno cambiando un pochino tra l’informatica e il miliardario. Stephen Amell ha detto: “Sicuramente penso che Oliver stia cambiando idea su chi sia Felicity e su cosa lei sia capace di fare perché lei sta dando una notevole prova di se stessa.” Emily Brett Rickards aggiunge: “Andiamo sull’isola per salvarlo. E sì, è una cosa del tipo ‘Sono qui per te. Noi siamo tuoi amici. Non sei solo.’ ma c’è molto di più tra loro. Perché c’è chimica.
  3. Il personaggio di Summer Glau, Isabel Rochev, non è un villain nel vero senso della parola ma più un avversario, una donna che ha una bassa opinione di Oliver e che non è interessata a lavorare con lui per salvare la Queen Consolidated.
  4. Thea è quella messa meglio all’inizio della stagione, infatti sarà anche impegnata a dirigere il Verdant Night Club (ma può? Anche se non ha l’età legale per bere? #IMisteriDelleSerieTV), ma le relazioni con Roy e Moira continueranno ad “essere burrascose” parola di Willa Holland.
  5. Roy, nel frattempo, è impegnato a scatenare le ire di Oliver il quale “scoprirà con sgomento che Roy Harper è deciso sul diventare un suo alleato, che lo voglia o no.” ha affermato Kreisberg.

BREAKING BAD

Dopo la fine di questo immenso show di cui se ne parlerà ancora per tanto, visti i record di ascolti, di critiche e della meravigliosa stagione che ha chiuso tutto, gli attori hanno iniziato a lasciare dichiarazioni divertenti e interessanti su quali scene avrebbero sempre voluto girare! Andando con ordine:

Aaron Paul (Jesse): Per essere onesti avrei voluto sparare in faccia a Walt. E ne ho parlato tanto di questa mia idea infatti durante le riprese chiedevo spesso, “Posso semplicemente uccidere questo uomo per favore ?”.

Bryan Cranston (Walt): Avrei voluto una tresca con qualche giovane pollastrella. E sarebbe potuto accadere veramente, specialmente quando Walter era ai ferri corti con Skyler e il loro rapporto si era raffreddato. A un certo punto della storia avrei potuto avere un avventura di una notte, in fondo mi sarebbe piaciuto vedere Walt più attivo sessualmente.

Anna Gunn (Skyler): Ho sempre chiesto a Vince se potevo avere più scene di azione. Mi sarebbe piaciuto tenere una pistola in mano. Ogni volta che vedevo le scene d’azione nel deserto o da qualche altra parte pensavo “che figata lo vorrei fare anche io”. Poi però pensavo agli sforzi degli stuntman durante il loro lavoro e ho visto che passavano più di 14 ore al giorno per potere girare queste scene, sotto il sole a temperature assurde e allora mi sono detta “meglio che rimango in cucina”.

Dean Norris (Hank): Esiste un posto a Las Vegas dove puoi sparare con delle mitragliette automatiche in compagnia di una donna nuda. Questo genere di cose che a Las Vegas sono possibili. Abbiamo pensato che poteva essere una figata assurda ma non abbiamo trovato mai il tempo di mettere il piano in atto quindi poi abbiamo accantonato l’idea.

Betsy Brandt (Marie): Armi, armi e ancora armi. Avrei voluto una pistola viola tutta per me. Oppure uno scaffale viola con le mie pistole accanto a quelle di Hank in garage. E mi sarebbe piaciuto avere qualche scena movimentata in più, sempre usando un arma. Perchè in fondo non se lo sarebbe aspettato nessuno.

Bob Odenkirk (Saul): Sarebbe stato intrigante concentrarsi sulla vita sentimentale di Saul con le sue spogliarelliste con la quale usciva almeno due volte a settimana. Sarebbe stato bello vedere come si evolvevano queste relazioni che passavano da una spogliarellista all’altra con uno strip club diverso ogni volta.

Rj Mitte (Flynn): Mi sarebbe piaciuto cucinare almeno una volta metanfetamine con mio padre.

Laura Fraser (Lydia): Avrei voluto sparare a qualcuno. Però pensandoci bene non è nel mio spirito questo genere di cose. Tanto alla fine ho commissionato un sacco di omicidi quindi sono apposto.

Jesse Plemons (Todd): Mi sarebbe piaciuto cavalcare verso il tramonto con Lydia in groppa ad un unicorno blu come le metanfetamine di Mr. White.

BROADCHURCH

Broadchurch-david-tennantE per la serie: #NienteIdeeOriginali in America sono pronti a fare il remake di Broadchurch! Lo so, voi direte: “ma come fanno a fare un remake se broadchurch è andato in onda quest’anno e l’anno prossimo c’è già in programma la seconda stagione?” La risposta è non lo so. Probabilmente la Fox non sa davvero più cosa inventarsi per portare a casa qualche spettatore in più. Ma il ridicolo bello deve ancora venire, indovinate a chi stanno pensando per il protagonista? Esatto! (Lo so vi ha aiutato la foto…) Proprio lui: David Tennant, già protagonista del Broadchurch originale, made in UK… E per far finta che non stiano spudoratamente copiando, come se fosse possibile, pare che vogliano fargli usare l’accento americano. Io spero vivamente che Tennant cambi idea e si tiri indietro da questa pagliacciata.
Mi sembra evidente che qualcuno alla Fox ha le idee confuse… Queste sono quelle brillanti pensate che ti fanno piangere per gioiellini perduti come Firefly, probabilmente troppo originale perché potesse avere futuro su questo canale.

BROOKLYN NINE NINE

La Fox ha annunciato l’ordine di altri episodi per la sua nuova comedy, ancora non si arriva ai canonici 22, ma questo sembra il passo successivo. La serie dopo essere partita con ben 6 milioni di spettatori e un 3.4 di rating, ha visto un piccolo calo, dovuto certamente ad una maggiore competizione, arrivando comunque a raggiungere un rispettabilissimo 1.4 con ben 3.4 milioni di spettatori.

COMMUNITY

Guest star d’eccezione per Community, Nathan Fillion, adesso in tv con Castle, apparirà in uno degli episodi della 5 stagione della comedy. Le prime indiscrezioni dicono che interpreterà il capo custode, un uomo scaltro che non ha paura di sporcarsi le mani, dovrà confrontarsi con Annie (Allison Brie) e il professore Hickey (Jonathan Banks) che si alleeranno per conquistare i “corridoi del potere”. Fillion ha dichiarato di essere entusiasta di questa partecipazione e ha anche detto di essere un grandissimo fan dello show creato da Dan Harmon. A noi non resta che aspettare l’inizio del 2014 per vedere i risultati di questa splendida collaborazione.

COVERT AFFAIRS

Ancora spionaggio per USA Network che rinnova Covert Affairs per la 5 stagione. Lo show, infatti, ritornerà l’anno prossimo con altri 16 episodi per seguire le avventure di Annie Walker.Il rinnovo arriva a due settimane dalla messa in onda della seconda parte della 4 stagione, che ritornerà il 17 ottobre, dove finalmente scopriremo che ne sarà del futuro di Annie dopo che è stata costretta a fingere la sua stessa morte.

Che dire? Noi appassionati di spionaggio e missioni adrenaliniche, siamo contenti di proseguire il viaggio.

DOCTOR WHO

Poster_Day-of-the-DoctorDivani di tutto il mondo, preparatevi a nascondere dietro di voi le giovani fans di Doctor Who sparse in tutto il mondo, nello stesso momento.
La BBC ha, infatti, annunciato che il 23 Novembre l’episodio speciale per il 50esimo anniversario dell’amato show sci-fi, “The Day of The Doctor” sarà trasmesso in contemporanea in almeno 75 paesi, compresi gli Stati Uniti, dove verrà mandato in onda da BBC America. Inoltre, i dettagli della messa in onda in 3D in cinema scelti saranno annunciati nelle settimane successive.

«Il Dottore è sempre stato un viaggiatore del tempo, ora sta viaggiando sui fusi orari», Dice Steven Moffat, il produttore esecutivo, in una dichiarazione: «Il 23 Novembre non ci saranno i cattivoni a conquistare la Terra, perché ovunque sarà “The Day of The Doctor”!».

“The Day of The Doctor” vedrà gli attuali occupanti del TARDIS, Matt Smith e Jenna Coleman insieme ai precedenti abitanti, David Tennant e Billie Piper, così come l’icona dello sci-fi, John Hurt.

GAME OF THRONES

Dopo il brutalmente violento Red Wedding della scorsa stagione, Game of Thrones avrà un altro colorato – e potenzialmente tragico – matrimonio quando la 4 stagione tornerà nella primavera del 2014.

Sarà il matrimonio dell’anno, e a suo modo memorabile come il matrimonio della scorsa stagione,” ha promesso l’autore dei libri George R.R. Martin. “E’ quello che i fan hanno chiamato Purple Wedding, basandosi sul colore del vino che ha una grossa parte.” Nella bocca di qualsiasi altro autore, di libri, di serie tv, di qualsiasi cosa, queste parole creerebbero grandi aspettativa, in quella di Martin sembrano una minaccia di morte.

Martin ha inoltre dichiarato che le scene del matrimonio “sono spettacolari. Il vestito della sposa ha incorporate delle rose, ci sono 77 portate al ricevimento e un ottimo intrattenimento.” Ora questo sembra promettente per un matrimonio ben riuscito, ma qui stiamo parlando di un genio del male come Martin, quindi vi suggerisco di prepararvi al peggio.

LUCKY 7

E’ palese che di fortunato la comedy Lucky 7 ha ben poco, infatti è la prima serie ad essere tagliata dal panorama televisivo quest’anno e a soli due episodi dall’inizio. La ABC ha così deciso di concludere l’avventura di questi 7 fortunati vincitori alla lotteria, dopo che il rating tra la prima e la seconda puntata si è addirittura dimezzato.

Al suo posto andranno in onda delle repliche di Scandal.

NIKITA

La CW ha annunciato la data della première dell’ultima stagione di Nikita, venerdì 22 novembre. Saranno sei settimane senza pause e questo porterebbe l’epico finale di stagione ad andare in onda il 27 dicembre.

Ecco la sinossi ufficiale della 4 stagione:

Incastrata per l’assassinio del Presidente nella scorsa stagione, Nikita si ritrova all’inizio di questa stagione sola e in fuga, come la donna più ricercata del mondo. Ma quando si trova a seguire una pista che potrebbe scagionarla, Nikita si trova riunita al suo vecchio team. Costretti a lavorare di nuovo insieme, Nikita e i suoi alleati devono superare le loro ferite emotive per sconfiggere la loro nemesi, Amanda. Nel frattempo scoprono che il complotto per incastrare Nikita è parte di una cospirazione molto più ampia che potrebbe portare ad una catastrofe globale.

SLEEPY HOLLOW

A tre settimane dal debutto, Sleepy Hollow ottiene il rinnovo per una seconda stagione. Kevin Reilly, il Presidente della Fox, lo stesso tipo che ha dato il benestare al remake di Broadchurch (vedi sopra), ha dichiarato in un comunicato: “Lo show ha dato prova di essere stato un rischio che valeva la pena correre – è un’esplosione concettuale come nient’altro in televisione ed è tenuto insieme con una scrittura creativa e un cast fantastico.” Vi dico io chi ha una “scrittura creativa”: il tizio che prepara questi comunicati. Cosa mai voglia dire “esplosione concettuale” [in inglese conceptual blast] rimane per me un mistero.
La première ha avuto un buon successo di pubblico con ben 13,6 milioni di spettatori, il miglior debutto per la Fox da quello di 24 nel 2001, e continua a mantenere buoni ascolti.
L’ordine per la seconda stagione è di altri 13 episodi, come per la prima.

SUITS

Guai in arrivo per Harvey Specter. Patrick Fischler, già visto in Lost e Mad Men, sta arrivando nella Grande Mela per interpretare A. Eliot Stemple, un compagno di corso di Harvey ai tempi della scuola di legge di Harvard con il quale il nostro protagonista ha una storia unica e piuttosto emotiva.
Sarà presente in uno degli episodi della seconda metà della terza stagione che andrà in onda agli inizi del 2014.

THE BLACKLIST

THE BLACKLISTLa NBC potrebbe aver trovato la sua nuova gallina dalle uova d’oro (ed era ora!), per le prime due puntate infatti The Blacklist ha raggiunto il traguardo di 12 milioni di spettatori con un rating di 3.6 che per il canale più in declino della televisione americana è una vera  manna dal cielo!

Non giunge quindi inaspettato l’ordine completo della serie, che ottiene quindi i canonici 22 episodi per la prima stagione e lasciatemelo dire questo è stato il miglior pilot della stagione, secondo me. Successo ampiamente meritato e non mi stupirei di vederlo tra i candidati per i Golden Globe tra qualche mese!

Le molte sfaccettature di Red Reddington e le sue misteriose ragioni per collaborare con l’FBI sembrano affascinare i fan dello show,” ha dichiarato il Presidente della NBC Entertainment, Jennifer Salke. “Con grandi talenti come James Spader e Megan Boone e i nostri stellari produttori esecutivi e l’intero cast e la crew, noi crediamo che questa meravigliosa serie tv continuerà ad essere un grande vantaggio per i lunedì sera della NBC.”

E, credetemi, la NBC ha davvero un gran bisogno di una serie da grandi numeri, visto che l’unico altro loro successo in termini di rating è Grimm, ma per motivi ai più sconosciuti si ostinano a farlo andare in onda di venerdì, il giorno dove le serie vanno a morire.

TRUE BLOOD

Rob Kazinsky, che ha interpretato Warlow nella sesta stagione, non avrà un ruolo nella settima e ultima stagione, ma si è fatto un’idea abbastanza chiara della direzione che ha preso lo show per il suo “ultimo canto”.

“Lo showrunner aveva già deciso molto presto cosa sarebbe dovuto succedere nel resto delle stagioni: abbiamo perso metà cast quest’anno, di modo da arrivare ad avere una storyline più omogenea, con tutti i personaggi sotto lo stesso tetto. Questa è la strada giusta per uno show che ha esaurito le storie da raccontare, e per concludere il sogno e il magnifico lavoro di Brian Buckner, lo showrunner, con questa serie.”

Belle e pesanti le parole del bel Warlow, eccessive a mio avviso per un personaggio di una sola stagione, ma, in fin dei conti, sono espressione di  ciò che pensiamo un po’ tutti in giro per il mondo, noi fan di True Blood. E penso che sia doveroso chiudere nello stesso modo in cui si chiude l’intervista del villain di questa sesta stagione: “Penso che sia incredibilmente coraggioso ciò che è stato fatto: finire nel momento in cui lo show è in una posizione migliore, lasciando una eredità dietro, per le persone, di modo da rendere veramente prezioso questo show”.

Fonte 1234, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here